in

Bonus animali domestici: un assegno una tantum per gli amici a quattro zampe

Le difficoltà economiche legate al coronavirus purtroppo stanno pesando sui bilanci delle famiglie, per questo in molti hanno richiesto un bonus per gli animali domestici. La LAV ha chiesto al Governo di introdurre un Bonus animali, che copra in parte i costi per la cura degli amici a quattro zampe. Ad ascoltare la richiesta c’è Michela Vittoria Brambilla, parlamentare da sempre impegnata con i diritti degli animali. La Brambilla ha presentato un pacchetto di emendamenti al Decreto Rilancio e in queste ore in discussione. La proposta riguarda il bonus animali che potrebbe essere trattarsi di un assegno una tantum da elargire alle famiglie.

Leggi anche –> Bonus rottamazione auto fino a euro 5: 4000 euro di sconto

bonus animali

Bonus animali: la proposta

Il bonus animali non è destinato a tutti, ma alle famiglie con più difficoltà economiche. La proposta si fonda su queste basi: assegno di 150 euro per ogni animale convivente in una famiglia con Isee fino a 25mila euro annui. Per le famiglie con Isee fino a 7mila euro l’importo sarà di 300 euro. L’importanza di questo bonus è alquanto evidente. In questo periodo di profonda crisi gli animali domestici sono stati di grandissimo sostegno per tantissime persone, ma purtroppo la situazione economica non è delle migliori e qualcuno non può più permettersi un amico a quattro zampe. La LAV si sta battendo in prima linea per far sì che il bonus animali diventi realtà.

bonus animali

Dove trovare i fondi

“La crisi economica nella quale siamo entrati, e che mostrerà nei prossimi mesi i suoi tratti più severi, non deve tradursi in una crisi di convivenza con gli animali familiari, rischiando di esporre questi ultimi a fenomeni di maltrattamento dovuti all’indigenza o, ancora, di acuire il randagismo per la terribile decisione che molti potrebbero prendere, quella dell’abbandono”, ribadisce Roberto Bennati, direttore generale della LAV. Sembra che fortunatamente qualcuno abbia ascoltato le loro richieste e il bonus animali potrebbe diventare realtà.

Per dare copertura a questo assegno si potrebbe attingere dal Fondo assegno universale e servizi alla famiglia istituito con la Legge di Bilancio 2020. Questa strada è possibile proprio perché si tratta di animali familiari. Il fondo è stato incrementato di 5 milioni e ci sarebbe capienza per far passare l’emendamento. All’interno della proposta oltre al bonus è prevista anche una riduzione dell’IVA: le prestazioni veterinarie vanno al 10% e quella sugli alimenti dal 4 al 10%. Leggi anche –> Migliorare Autostima nei bambini: come aiutare i bambini a credere in se stessi

cate Blanchett

Cate Blanchett, incidente con la motosega: «Una ferita alla testa, ora sto bene»

micol olivieri instagram

Micol Olivieri Instagram glutei torniti e addominali da sogno, in bikini è da urlo: «Notevole»