in

Book Pride Link 2020: dal 22 al 25 ottobre torna la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente

Dal 22 al 25 ottobre 2020 torna la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente “Book Pride Link”.  Una piattaforma interattiva farà incontrare pubblico e autori per riflettere sul tema “Leggere i Venti”. Una veste inedita, nuova. La Fiera Nazionale dell’editoria indipendente con la direzione editoriale di Giorgio Vasta, promossa da ADEI, Associazione degli editori indipendenti, si reinventa e presenta un’edizione speciale, che vede uniti editori e librai per promuovere la lettura.

leggi anche l’articolo —> Berlino, all’Isola dei Musei oltre 70 capolavori imbrattati da un fanatico

book pride

Book Pride Link 2020: dal 22 al 25 ottobre torna la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente

Book Pride approda per la prima volta al digitale, con un format innovativo, offrendo a tutta l’editoria indipendente un’occasione di incontro con il largo pubblico oltre i confini fisici, senza rinunciare alla possibilità di vendita del libro prevista comunemente nelle fiere. Dal 22 al 25 ottobre una piattaforma interattiva (online.bookpride.net) metterà insieme circa 70 editori e oltre 100 librerie indipendenti sull’intero territorio nazionale, con uno speciale catalogo Book Pride. Ogni editore allestirà all’interno della piattaforma un proprio stand virtuale, in cui il lettore potrà scoprire le ultime novità e il catalogo, approfondire contenuti inediti, interagire con le redazioni e con gli autori.

Gli stand saranno dotati di una sala virtuale in cui saranno proposti eventi e presentazioni pensati appositamente per la manifestazione intorno al tema Leggere i Venti. Appuntamenti in diretta streaming e contributi video realizzati ad hoc saranno trasmessi sulla piattaforma. Nelle stesse date si svolgeranno anche eventi in presenza, grazie alla collaborazione tra gli espositori e i librai aderenti alla manifestazione, che li ospiteranno all’interno dei loro spazi, nelle diverse regioni italiane. L’organizzazione degli eventi fisici dipenderà dall’evolversi dell’emergenza sanitaria, saranno comunque realizzati in conformità alla normativa vigente o in streaming.

book pride

Un programma ricco tra dialoghi, interviste e tavole rotonde

Il nutrito programma di Book Pride Link si articolerà in dialoghi, reading, tavole rotonde con scrittori, fumettisti, editori, intellettuali, artisti e studiosi. Tra gli ospiti coinvolti: Pierdomenico Baccalario (Emons), Giorgio Ballario con Luca Crovi (Edizioni del Capricorno); il cantautore Francesco Bianconi con il fumettista Igort; Sarah Blau (Carbonio); Alessandro Bonaccorsi con Guido Scarabottolo (Terre di mezzo editore); Laura Bosio (Enrico Damiani Editore); Marta Canfield (Le Lettere) con Attila Scarpellini e Marco Benacci; Emanuele Coccia; Valeria Della Valle e Giuseppe Patota (Treccani Libri) con Giordano Meacci; Nino De Vita (Le Lettere) con Francesco Targhetta, Roberta Durante e Diego Bertelli; Renato De Rosa (Carbonio Editore) con Marco Malvaldi; il musicista Davide Boosta Dileo con Veronica Raimo; Paolo Di Paolo; Daniela Gambaro (Nutrimenti); Anna Giurickovic Dato (Fazi Editore) con Carolina Capria; Lisa Iotti (il Saggiatore) con Pietro del Soldà; Emilia Marasco (Il Canneto); Beatrice Masini; Semezdin Mehmedinovic (Bottega Errante) con Elvira Mujčić; Emmanuelle Pagano (L’Orma editore); Demetrio Paolin (Voland) con Alessandro Zaccuri; Yakov M. Rabkin (Edizioni l’Ornitorinco) conAntonio Donno, Michael Segre e Furio Biagini; Tommaso Ragno; Claudia Rankine (66thand2nd); Carolina Sanín (Mendel edizioni); Carlo Smuraglia (Bordeaux); il cantautore Giovanni Truppi con Nadia Terranova;Wytske Versteeg (Scritturapura Casa Editrice) con Federico Faloppa; Heman Zed (Neo Edizioni) con Francesco Coscioni; Alexi Zentner (66thand2nd); Emanuele Zinato con Daniele Giglioli e Laura Pugno  (Treccani); J. P. Zooey (XY.IT), per citarne solo alcuni.

book pride

Book Pride Link 2020, Giorgio Vasta: «Un legame tra editori e librai indipendenti»

«Per raccontare la forma di questo Book Pride abbiamo scelto il termine Link. Nell’accezione ormai tradizionale – che rimanda alla connessione digitale – ma soprattutto nel suo significato originario di legame. Un legame, tra editori indipendenti e librai indipendenti, tra scrittori e lettori, a cui Book Pride intende dare forma e consistenza», dichiara Giorgio Vasta, direttore editoriale della manifestazione. «Legami che già esistono e che vanno rinsaldati, legami che ancora non ci sono e che devono essere generati e curati. Legami che sono fili, funi, ciò che serve a fabbricare nodi che a loro volta contribuiscono a creare un reticolo, o meglio ancora una trama: quella del pensiero di chi i libri li scrive e li pubblica, la trama del desiderio di chi i libri li veicola e di chi li legge. Approdando al digitale abbiamo cercato di trasformare in risorsa quello che è stato letto come un limite. Mai avrei immaginato che il tema scelto un anno fa per l’edizione 2020, che nel suo gioco di parole fa riferimento anche all’aria che respiriamo, potesse diventare così attuale».

La direttrice generale della fiera Isabella Ferretti ha dichiarato: «Niente è come prima e probabilmente non ci sarà un “ritorno al futuro”: la sfida è dunque quella di creare una forma di fruizione del libro che eviti un nuovo lockdown del nostro mondo e assicuri a tutti la costante possibilità di leggere. Raccogliamo il guanto e, grazie a chi ci ha dato fiducia, proveremo a disegnare non tanto il mondo che ci aspetta, ma quello che in cui vorremmo vivere».

book pride

Book Pride Link 2020: tutte le info utili

Nelle giornate di Book Pride Link ricorre la XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, una delle più importanti iniziative di celebrazione della lingua italiana promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Book Pride, attraverso la collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Tokyo, Melbourne e Sidney, si fa strumento per favorire la conoscenza della produzione letteraria indipendente italiana all’estero. Il Comune di Milano, con cui da anni Book Pride collabora per la realizzazione della propria fiera, parteciperà anche in questa nuova formula digitale con uno spazio gestito dall’Area Educazione focalizzato su contenuti per i più piccoli, e in particolare sui titoli degli editori indipendenti per l’infanzia. Book Pride, infine, si è alleata con una nuova realtà nata a sostegno dell’editoria indipendente: Bookdealer, la prima piattaforma di e-commerce per le librerie indipendenti di tutta Italia. Grazie alla partecipazione di Bookdealer i lettori che non hanno la possibilità di recarsi in libreria potranno ricevere i propri acquisti a domicilio, acquisti effettuati sempre nelle librerie indipendenti.

Il programma completo è disponibile su online.bookpride.net
Informazioni su
www.bookpride.net

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

veronica ursida che fine ha fatto

Veronica Ursida che fine ha fatto? Su Instagram il ‘meglio’ della dama

Conte

Conte al Senato: “Massima precauzione, ma oggi siamo preparati”