in

Cashback, al via i rimborsi dal 1° luglio: cosa fare per ottenerli

Il prossimo 30 giugno si concluderà la prima fase del cashback 2021 e arriveranno i primi rimborsi dal 1° luglio. Otterranno un accredito sul conto corrente tutti coloro che hanno effettuato almeno 50 transazioni con il bancomat, a partire da gennaio 2021. Dal 1° luglio partirà la seconda fare dell’iniziativa: si ripartirà da zero e si potranno accumulare crediti fino al 31 dicembre 2021.

Cashback rimborsi

Cashback rimborsi dal primo luglio: cosa fare per ottenerli

Consap erogherà tutti i rimborsi per chi ha partecipato al cashback nel primo semestre del 2021. I pagamenti partiranno il primo luglio e verranno ultimati entro il prossimo 29 agosto. Otterranno un rimborso tutti coloro che ha fatto almeno 50 transazioni utilizzando nei negozi bancomat, carte di credito o scegliendo la via del pagamento elettronico. Il valore del rimborso può raggiungere i 150 euro. I 100 mila italiani che hanno effettuato il numero maggiore di transazioni elettroniche, avranno diritto anche al super cashback da 1.500 euro.

Il rimborso del cashback avviene attraverso bonifico direttamente sul conto corrente. Il conto è lo stesso indicato sull’app IO ma può essere modificato tramite l’applicazione. Chi entro fine agosto non avrà ricevuto la somma corretta potrà registrarsi sul portale di Consap e effettuare un reclamo entro fine ottobre. Consap prenderà a carico ogni singolo caso e darà una risposta entro 30 giorni.

ARTICOLO | Monopattino elettrico, dal casco all’assicurazione obbligatoria: arrivano le regole per la circolazione

ARTICOLO | Bonus vacanze 2021 come richiederlo e requisiti: c’è un’importante novità

Cashback di Stato 2021

Come funziona il cashback: al via la seconda fase dal 1° luglio

Per partecipare all’iniziativa del cashback basterà scaricare l’app IO. È necessario procedere con la registrazione: sono necessari lo Spid o la Carta di identità elettronica (Cie). In alternativa, è possibile registrarsi sugli altri sistemi come Poste, Satispay, Hype, che emettono gli strumenti di pagamento elettronici scelti per partecipare all’iniziativa. L’elenco completo degli aderenti è consultabile qui. Per registrare gli acquisti, basterà fornire il codice fiscale, gli estremi di uno o più carte o strumenti di pagamento elettronici che saranno utilizzati per gli acquisti, un codice Iban di un conto intestato al richiedente per l’erogazione dei rimborsi da parte di Consap.

Tutte le carte sono accettate per il cashback. Carte di credito, carte di debito su circuiti internazionali e su circuito PagoBancomat, carte prepagate. Valide anche le cosiddette carte fedeltà, ovvero carte e app di pagamento connesse a circuiti privati o a spendibilità limitata. Sono esclusi invece, quelli solo per accumulo punti, app di pagamento, come ad esempio Satispay o Bancomat Pay e altri sistemi di pagamento, come ad esempio Google Pay e Apple Pay. Gli acquisti devono essere effettuati personalmente in ogni negozio. Il cashback non vale per gli acquisti online.>>Tutte le notizie

Superluna giugno 2021

Superluna, stasera il magnifico fenomeno: da dove vederla e perché si chiama “della fragola”

Mario Draghi

Mario Draghi piace a tutti: la chiave del suo successo è la concretezza