in

Cashback, vale anche per il carburante: come funziona e come si richiede

Il piano CashBack parte domani 8 dicembre 2020. L’incentivo Italia Cashless è un’operazione con cui il governo punta ad incentivare i cittadini a fare pagamenti elettronici. Per tutti i beni acquistati con carta di credito o app, ma solo in negozio finisco e non online, è previsto un rimborso del 10%. Ma la buona notizia è che questo progetto vale anche per le spese carburante. Un’iniziativa gradita dagli automobilisti.

>> Cashback Natale: in arrivo il bonus per le spese effettuate con mezzi elettronici

CashBack

Cashback: che cos’è

Il piano CashBack è ormai sulla bocca di tutti. Il rimborso pianificato dal governo incentiva i cittadini Italiani ai pagare tramite carte di credito o app apposite come Satispay. Per i beni acquistati con pagamenti elettronici sarà previsto un rimborso del 10% ma solo per lo shopping avvenuto in negozi fisici e non online. L’ultima notizia è che da Palazzo Chigi arriva il comunicato che il rimborso sarà anche applicabile sulle spese carburante.

CashBack

Cashback: come si chiede e le condizioni

L’importo massimo rimborsabile è di 150 euro complessivi, a fronte di almeno 10 pagamenti effettuati fino al 31 dicembre con bancomat, carte di credito o di debito, ma anche attraverso app dedicate come Satispay. Per ciascuna operazione non potrà essere emesso un rimborso superiore a 15 euro. La prima parte durerà dall’8 al 31 dicembre, e la seconda parte si protrarrà per i prossimi tre semestri, quindi fino al mese di giugno del 2022. A partire da gennaio, tuttavia, cambieranno in parte le regole: per ottenere il rimborso, infatti, le operazioni effettuate dovranno essere almeno 50 nell’ambito di sei mesi.

Dal 2021, peraltro, verrà erogato un “supercashback” di 1.500 euro ai 100 mila aderenti con il più elevato numero di transazioni nel periodo. L’accredito del rimborso avverrà alla fine del semestre di riferimento. Per avere il cashback bisogna installare l’App Io sul proprio smartphone e registrarsi con l’ausilio della carta d’identità elettronica o del sistema d’identificazione Spid, lo stesso che si utilizza per i rimborsi o i voucher legati al bonus Mobilità. Tra i dati da inserire, bisognerà indicare gli estremi degli strumenti di pagamento e l’Iban del proprio conto corrente bancario, sul quale verranno accreditati gli indennizzi. I bonifici relativi al periodo natalizio verranno erogati nel prossimo mese di febbraio.

 

Covid Speranza

“Report” e l’inchiesta sul documento Oms censurato: le anticipazioni di “Open”

rosalinda celentano oggi

Rosalinda Celentano oggi, addio improvviso e inaspettato: «Ci ho provato…»

Back to Top