in

“Che Dio ci aiuti 6” quando inizia e anticipazioni, Elena Sofia Ricci: «Saranno dieci puntate»

Elena Sofia Ricci, reduce dal grande successo della fiction di Rai Uno, Vivi e lascia vivere, ha rilasciato un’intervista a ‘FanPage’, in cui ha parlato di due importanti suoi progetti futuri: la sesta stagione di Che Dio ci aiutiserie tv che le ha regalato un’immensa popolarità, e il film su Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la Medicina nel 1986. Nel corso della chiacchierata l’attrice non ha taciuto le difficoltà con cui stanno facendo i conti tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo per l’emergenza Coronavirus. Le stesse riprese di ‘Che Dio ci aiuti 6’ si sono interrotte bruscamente a marzo con l’avvio del lockdown: «Dovremmo ricominciare a breve ma non mi sbilancio. Abbiamo solo date approssimative. Però so che dovremmo lavorare per otto mesi. Saranno dieci puntate».

leggi anche l’articolo —> Elena Sofia Ricci età, marito, figli, altezza e peso: tutti i segreti dell’attrice toscana

Che Dio ci aiuti 6

“Che Dio ci aiuti 6” quando inizia e anticipazioni, Elena Sofia Ricci: «Saranno dieci puntate»

Quando andrà in onda quindi ‘Che Dio ci aiuti 6’? Dovremmo aspettare il 2021. «Se tutto va bene finiremo di girare a febbraio, marzo. È probabile, però, che mentre giriamo le ultime puntate, trasmettano su Rai1 le prime. In questo caso, il finale di stagione andrebbe in onda a fine maggio, ma in questo periodo le incognite sono infinite. L’unica cosa certa è che la serie non andrà in onda prima del 2021, visto che non l’abbiamo fatta», ha raccontato Elena Sofia Ricci, che poi ha svelato quelli che erano i piani prima dell’arrivo in Italia del Covid-19: «Avremmo dovuto iniziare le riprese il 30 marzo e la fiction sarebbe dovuta andare in onda all’inizio dell’autunno di quest’anno». E il rigido protocollo sanitario modificherà significativamente il lavoro degli attori nei prossimi mesi: «Non riesco a immaginare che la mia Suor Angela non possa abbracciare le sue ragazze. Abbiamo saputo che noi attori saremo monitorati continuamente. Faremo i tamponi e i test sierologici. Ci sarà un medico sul set. Per la prima volta erano state già scritte tutte le puntate di Che Dio ci aiuti, ma gli sceneggiatori hanno dovuto revisionarle proprio in virtù dell’avvento del Covid-19», ha confidato.

che Dio ci aiuti 6

Tra i progetti dell’attrice toscana anche “Rita Levi Montalcini”: «Un film che racconta la poetica della scienziata»

Elena Sofia Ricci ha parlato infine di un altro progetto che le sta a cuore “Rita Levi Montalcini”. Una pellicola che dovremmo vedere sul piccolo schermo entro il 2020: «È un film che non racconta tutta la vita di Rita Levi Montalcini, ma la poetica della scienziata. Parte da un caso realmente accaduto. Una ragazza che stava perdendo la vista e grazie alla scoperta del fattore di crescita del tessuto nervoso e agli studi di Rita Levi Montalcini sulla ricostruzione della cornea, non è diventata cieca», ha spiegato l’attrice. «Racconteremo con dei flashback la storia della scienziata e la sua scelta di diventare medico ricercatore, il momento in cui ha fatto la scoperta che le è valsa il Nobel e la passione che aveva per i giovani», ha concluso la 58enne toscana. leggi anche l’articolo —> Elena Sofia Ricci, ‘Vivi e lascia vivere’: «Una sentenza di morte, anch’io ho dovuto reinventarmi»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Italia dopo il Coronavirus

L’Italia dopo il Coronavirus, Bankitalia: “Senza misure governo -11% di Pil”

Elisa Isoardi camicia sbottonata: forme procaci nel video social si muovono all’impazzata