in

Chi è Paul Gascoigne: vita privata e carriera del calciatore inglese

Chi è Paul Gascoigne, il noto calciatore inglese naturalizzato in Italia. Dopo anni nel pallone, Paul passa un periodaccio fatto di droghe e Chi è Paul Gascoigne, il noto calciatore inglese naturalizzato in Italia. Dopo anni nel pallone, Paul passa un periodaccio fatto di droghe e alcool. Ecco chi è Paul: vita privata e biografia.. Ma fortunatamente si riprende e inizia la sua carriera nella televisione. Nel 2021 farà parte del cast dell’Isola dei famosi. Ecco chi è Paul: vita privata e biografia.

>> Neymar ha perso la testa per Chiara Nasti: lei però lo snobba

Paul Gascoigne

Chi è Paul Gascoigne

Paul John Gascoigne nasce a Gateshead, in Inghilterra, il 27 maggio del 1967. Fin da piccolo sa che il calcio sarà la sua vita cosi entra aver parte delle giovanili del Newcastle United nel 1983 e dopo due anni esordisce in prima squadra. Qui Paul sarà battezzato come Gazza, un soprannome che gli rimarrà per tutta la vita. Con il Newcastle gioca 107 partite dando mostra del suo talento talvolta esplosivo. Il passo giusto lo fa nel 1988, quando Paul inizia a giocare nel Tottenham Hotspur. E lo stesso anno viene scelto come giocatore della Nazionale inglese nella partita contro la Danimarca. Grazie ai Mondiali del 1990 Gazza viene pubblicamente presentato al mondo del calcio. Infatti l’anno successivo viene acquistato dalla Lazio per 26 miliardi di lire. Qui iniziano i problemi perché Paul è si un grande calciatore ma fuori dal campo ama fin troppo gli eccessi. Abuso di alcol e droghe fanno si che la stampa Italiana mette sotto accusa Paul Gateshead. Nel 1998 esce dal giro dei convocati nella Nazionale, e non partecipa ai Mondiali francesi del 1998: chiude la sua carriera in nazionale con 57 gare e 10 reti. 

Paul Gascoigne

La tossicodipendenza

Il 28 maggio del 2007, Paul Gateshead si trova in Inghilterra e viene operato d’urgenza allo stomaco per un’ulcera perforante. L’anno successivo il calciatore viene ricoverato in modo coatto a causa di due incidenti avvenuti in altrettanti alberghi del Nord dell’Isola. Resta per 72 ore in ospedale, dove viene tenuto sotto controllo medico. La sua salute mentale peggiora e preso da depressione e ansie, il 5 maggio dello stesso anno tenga il suicidio in un hotel di Londra. Successivamente Paul viene portato in un centro di riabilitazione per tossicodipendenti. Oltre alle droghe e all’alcol, il calciatore, era assuefatto da una nota bevanda energetica. Nel suo libro autobiografico, Gateshead confessa che ne riusciva a bere anche 60 in una sola giornata. La riabilitazione non fu semplice, infatti Paul scappa molte volte facendo perdere lue sue tracce da familiari e amici.

A metà febbraio 2010 si rivolge al sindacato dei calciatori (PFA) per chiedere aiuti economici: in pochi anni Gascoigne ha sperperato tutto il patrimonio guadagnato in carriera (che ammonta a circa 16 milioni di euro) divenendo di fatto un senzatetto.

Paul Gascoigne

Paul Gascoigne oggi

Gazza oggi ha 53 anni ed è ormai da 10 che vive a Bournemouth. Ora è sobrio ed ha risolto tutti i suoi problemi con le dipendenze. Racconta che il metodo usato è stato drastico, doloroso e molto costoso. Paul Gascoigne ha infatti confessato al The Daily Mirror: «Mi sono sottoposto ad un intervento in Australia quasi due anni fa: mi hanno cucito, all’interno dello stomaco, dei pellet che creano un dolore fortissimo se bevo troppo. Posso bere una birra o un bicchiere di vino, ma se esagero, o se prendo superalcolici o droghe, nel mio organismo viene scatenato un dolore lancinante. Ho speso circa 20mila sterline, ma ne è valsa la pena. Grazie a questa operazione, posso ancora concedermi qualche piacevole drink, ma senza mai esagerare. Sono una persona nuova, più felice e a mio agio con me stesso: sono riuscito anche a fare una vacanza a Tenerife, la prima da 15 anni a questa parte. Una volta non riuscivo a gestire la pressione dei paparazzi, coi social media la situazione è anche peggiorata, eppure sono talmente sereno che non sento più neanche il bisogno di nascondermi». >> tutti i Gossip di Urbanpost 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Ilaria Di Pasqua

Jo Squillo genitori

Jo Squillo e il suo profondo dolore: «Non sono ancora pronta a sorridere di questo»

governo draghi ministri

Governo Draghi: cosa può funzionare e cosa no nel nuovo esecutivo