in

Chi è Pietrosauro, il trapper 63enne che ha conquistato The Voice Senior

Questa sera, 11 Dicembre 2020, Antonella Clerici torna su Rai 1 con una nuova puntata di The Voice Senior. Il format da la possibilità agli over 60 di rimettersi in gioco nel mondo della musica. Nella puntata di oggi vedremo concludersi le Blind Auditions. Tantissimi sono gli artisti che si sono avvicendati sul famoso palco di The Voice Senior. Ognuno di loro aveva una storia da raccontare. I loro attimi di vita vissuta hanno commosso il pubblico del primo canale Rai. Tra i vari concorrenti c’è anche Pietrosauro, nome d’arte di Pietro Dall’Oglio. Il trapper ha scelto di andare avanti in questa sua avventura con il Team di Clementino. Ma chi è Pietrosauro? Ecco la sua storia.

Leggi anche –> The Voice Senior, Clementino in lacrime: «La cantavo con mia madre e mia nonna»

Pietrosauro The Voice Senior

Chi è Pietrosauro? Il trapper conquista The Voice Senior e non solo

Il rapper Clementino ha accolto nel suo team il trapper 63enne Pietrosauro, nome d’arte di Pietro Dall’Oglio. Il suo cognome molto probabilmente vi riporterà indietro nel tempo. La storia di Pietro è legata ad un terribile fatto di cronaca. L’uomo è il fratello del gesuita Paolo Dall’Oglio, rapito in Siria nel 2013 e di cui non si hanno notizie da tempo. Pietrosauro una volta arrivato sul palco di The Voice Senior si è esibito in un sua rivisitazione di ‘Good Times’ di Ghali che ha immediatamente convinto tutti e cinque i giudici del programma. Inoltre, Pietrosauro si è esibito anche in un fuori programma con il suo nuovo coach Clementino. La loro esibizione ha fatto impazzire il popolo del web.

Pietrosauro The Voice Senior

Un nuovo d’arte decisamente particolare

Pietro Dall’Oglio, in arte Pietrosauro, si è descritto così a The Voice Senior, spiegando anche l’origine del suo nome: «Sono il cantante trap più vecchio del mondo. Per questo ho scelto come nome d’arte Pietrosauro. Mi considero un poeta cantante, scrivo canzoni e nella trap mi trovo più libero nei testi. Mi diverto da morire a scrivere. La uso pure per parlare con i miei figli. Ho fatto tutta la vita il musicista». Poi sul rapimento di suo fratello Paolo, come riportato da Today, Pietro ha dichiarato: «È un dolore immenso ed ho scritto per lui la canzone Abuna Paolo. Perché Abuna vuol dire padre». >> Altri Gossip

nino frassica

Nino Frassica, retroscena mai svelato: «Avevo 18 anni e mi licenziarono immediatamente…»

Julia Roberts e le gravi accuse da parte della sorella prima del gesto estremo