in

Claudia Marsicano a “Oggi è un altro giorno”: «Quella frase cattiva detta ad un provino…»

Ospite nella puntata odierna di “Oggi è un altro giorno”, il salotto del pomeriggio di Rai 1 condotto da Serena Bortone, è stata Claudia Marsicano. L’attrice in studio ha parlato del suo impegno al cinema “Mi chiedo se un giorno ti mancherò” e della fiction “Noi”, in onda il prossimo autunno. Nel corso della chiacchierata la 29enne partenopea ha parlato anche degli atti di bullismo subiti.

leggi anche l’articolo —> Mariano Catanzaro e Giovanni Ciacci paparazzati insieme sul balcone: affiatatissimi

Claudia Marsicano

Claudia Marsicano a “Oggi è un altro giorno”: la frase cattiva ad un provino

Un duro sfogo, che fa riflettere, quello di Claudia Marsicano. Al programma “Oggi è un altro giorno” l’attrice ha parlato della sua vita e dei bulli con cui ha dovuto fare i conti dopo il trasferimento da Napoli a Milano quando era poco più che adolescente. «Un primo anno turbolento dato le differenze di stile di vita. Mi dicevano cose un po’ sgradevoli anche per via del mio accento che era un po’ forte e per il mio corpo», ha detto l’attrice, per poi aggiungere in totale sincerità: «Io li ho odiati all’inizio, poi mi sono fatta conoscere e conosciuto, aprendo il mio cuore. È una battaglia lunga. Noto con piacere che ultimamente sui social i ragazzini cominciano a parlare della body positive». La stessa Marsicano ha poi detto: «Tutti viviamo dei drammi, che chiamano in maniera differente, non sai mia cosa vai a toccare. Io mi incattivivo, diventavo una bulla, era quello il mio linguaggio, prima di farmi fare del male lo facevo io andando a stuzzicare. Mi avevano trasformato in qualcuno che non volevo essere».

Claudia Marsicano

«Io ho avuto coraggio scegliendo di fare l’attrice, perché già di suo in Italia non è facile»

Ad aiutarla la madre, prematuramente scomparsa, che l’ha sempre sostenuta, anche quando lei ha deciso di fare l’attrice. «Io ho avuto coraggio scegliendo di fare l’attrice, perché già di suo in Italia non è facile. E farlo essendo un po’ grassottella lo è ancora di più», ha confidato la Marsicano. Poi l’aneddoto che ha lasciato basita la conduttrice: «A diciotto anni, dopo aver fatto un provino in accademia mi hanno detto: “Tanto di balie ce n’è sempre bisogno”, come se fossi “condannata” per sempre a quel ruolo. Per me è stata una spinta, ne sono uscita più forte di prima. Queste frecciatine ti spingono a pensare di dover cambiare, ma l’importante non è la mia forma ma ciò che penso e soprattutto cosa faccio», ha detto l’attrice. Lei non ha rivelato il nome della persona: «È morta, non mi pare giusto», ha chiarito dalla Bortone. Leggi anche l’articolo —> Chi è Serena Bortone: carriera, vita privata e curiosità sulla giornalista

Miriam Segato

Miriam Segato morta investita dal monopattino a Parigi: fermate due infermiere

Covid bollettino 24 giugno 2021

Covid oggi 927 casi e 10 morti, i ricoverati in terapia intensiva scendono a 328