in

Il Commissario Montalbano dice addio alla televisione italiana

Dopo ventidue anni di storia, si spengono i riflettori del set del Commissario Montalbano: la serie tv tratta dalle opere di Andrea Camilleri si sta preparando a dire addio a tutti i suoi spettatori. L’ultimo appuntamento in programma è segnato per lunedì 8 marzo, subito dopo la settimana di Sanremo. “Il Montalbano televisivo è concluso. Non credo si faranno altre puntate: le notizie che abbiamo ricevuto finora dicono così. Sono venute a mancare le le figure chiave: lo scrittore Andrea Comilleri, il regista Alberto Sironi, lo scenografo Luciano Ricceri”, e così non ha più senso andare avanti, ha dichiarato l’attore Peppino Mazzotta.

>> Leggi anche: Perchè l’ultimo giorno di Carnevale si chiama “martedì grasso”? Tutte le curiosità

Commissario Montalbano, l’addio alla televisione

La notizia era già arrivata tramite le dichiarazioni di Luca Zingaretti e del direttore di Rai 1 Stefano Coletta, ma metabolizzarla non è semplice. Il Commissario Montalbano è entrato a far parte della tradizione televisiva nella Rai, con i suoi oltre ventanni di storia. Un racconto che, tuttavia, si chiuderà lunedì 8 marzo, esattamente la settimana dopo Sanremo. In quel giorno verrà mandata in onda l’ultima puntata su Rai 1, “Il metodo Catalanotti”. “L’ultimo romanzo di Montalbano, Riccardino, non è stato girato, e io penso e ho sempre detto che sarebbe un dovere morale fare almeno quello. Perchè chiude la vicenda del commissario. Ma bisogna rispettare la decisione presa”, ha commentato al settimanale Gente Peppino Mazzotta, che nella serie interpreta l’ispettore capo Giuseppe Fazio.

Anche Luca Zingaretti aveva già rimarcato il peso dell’assenza di figure chiave per la realizzazione della serie: “Il problema è che c’era un autore che ci scriveva i testi anno per anno che non c’è più, un regista che li girava che ora non c’è più, uno scenografo che non c’è. La Rai ha scelto di girare tre nuovi episodi, ne saranno mandati in onda due nel 2020, uno nel 2021”. L’amarezza di chiudere il capitolo del Commissario Montalbano, però, si percepisce in ogni parola.

Zingaretti: “Non si faranno altre puntate”

La realtà è che senza alcune figure chiave è troppo difficile portare avanti la tradizione televisiva del Commissario Montalbano. Luca Zingaretti, infatti, nelle ultime dichiarazioni pubbliche, si era sempre dimostrato dubbioso all’idea di proseguire nella serie tv dopo la messa in onda dell’episodio in programma per marzo. “Da tempo mi dico che bisogna chiudere questa esperienza meravigliosa, questa cavalcava trionfale”. A mettere i puntini sulle i poi è stato il direttore di Rai 1 Stefano Coletta, che rispetto all’episodio “Il metodo Catalanotti” ha dichiarato: “Negli ultimi 5 anni, Rai1 ha usato Montalbano per reggere la leadership degli ascolti con budget ridotti e formule low-cost. A settembre sono stati replicati solo 2 episodi per far fronte ai ritardi delle fiction. Nel 2021 andrà l’ultimo episodio, Il metodo Catalanotti“.

Ormai è definitivo: si spengono ufficialmente i riflettori del set del Commissario Montalbano, per il dispiacere dei tantissimi italiani affezionati. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Chiara Caraboni

Vito Crimi

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle ora vogliono la testa di Vito Crimi

vaccini anti covid produzione in italia arcuri breton ue

Il commissario Ue all’Industria chiama Arcuri: “Aumentare produzione vaccini, l’Italia può aiutare”