in

Cori razzisti al portiere del Milan Mike Maignan: la Juventus a caccia del responsabile

Domenica sera, 19 Dicembre 2021, è andata in scena all’Allianz Stadium di Torino la partita tra la Juventus di Max Allegri e il Milan di Stefano Pioli. La partita è finita in pareggio, grossa delusione per tutte e due le squadre le quali miravano alla netta vittoria. Poco prima dell’inizio della partita è accaduto un episodio davvero spiacevole, il cui video sta girando in queste ultime ore. Mike Maignan, il portiere del Milan, è insultato allo Stadium. Per lui cori razzisti provenienti dalla curva Nord. La società sta già indagando su quanto accaduto. (Continua a leggere dopo la foto)

Cori razzisti Mike Maignan

Mike Maignan cori razzisti: la Juventus a caccia del responsabile

Il portiere del Milan, Mike Maignan, è stato insultato all’Allianz Stadium mentre stava giocando contro la Juventus. Il video con i cori razzisti e bestemmie, realizzato domenica 19 Settembre 2021, sta girando solo dalle ultime ore. L’urlo sale nel silenzio dalla curva nord dell’Allianz Stadium durante il riscaldamento delle squadre, parole inframmezzate da bestemmie pronunciate da un singolo tifoso che prende di mira Mike Maignan. Il video di quanto accaduto, ripreso con lo smartphone dagli altri spettatori e messo in rete, ha cominciato a diffondersi a macchia d’olio sui social scatenando le reazioni dei tifosi rossoneri e non solo. Una volta ricevuta la segnalazione, la società bianconera si è messa subito al lavoro per individuare il soggetto, il quale se rintracciato verrà poi segnalato alle Forze dell’Ordine.

ARTICOLO | Juventus-Milan, Ibrahimovic le prova tutte per essere in campo: il suo ultimo segreto

ARTICOLO | Calciomercato Milan, Junior Messias si presenta ai tifosi: «Spero di infiammare presto San Siro»

La reazione del portiere Mike Maignan ai cori razzisti

Non sappiamo se il portiere del Milan Mike Maignan abbia sentito o meno gli insulti. Fatto sta che se li avesse sentiti ha reagito forse nel migliore dei modo, ovvero facendo finta di nulla in modo da non andare a creare ulteriore caos. Il giocatore è rimasto concentrato sul proprio lavoro e sul match che di lì a poco sarebbe iniziato. Naturalmente quello che è accaduto a Maignan non è un caso isolato. Anche altri giocatori sono stati derisi per il loro colore della pelle: ad esempio Bakayoko, oggetto dei cori di scherno da parte dei sostenitori della Lazio presenti a San Siro, oppure Koulibaly.

Seguici sul nostro canale Telegram

Ultimi sondaggi Comunali Milano Paragone

Milano, la rilevazione di inizio settembre che agita i partiti: l’outsider Paragone al ballottaggio

Ugo Rossi arrestato

Trieste: arrestato Ugo Rossi, candidato sindaco del Movimento 3V