in

Coronavirus dati 26 marzo: 4.492 nuovi positivi, tornano a crescere i contagiati

Coronavirus dati 26 marzo 2020. In corso la conferenza stampa quotidiana della Protezione Civile. Sono 4.492 i nuovi positivi al coronavirus. Dopo quattro giorni di calo i dati sono di nuovo in aumento. Ieri si erano registrati 3.491 nuovi positivi, martedì 3.612 e lunedì 3.780. Il totale dei malati sale a oltre 62mila (62.013).

coronavirus dati 26 marzo

Sono 662 le persone morte nelle ultime 24 ore con coronavirus. Un dato in lieve calo rispetto a ieri quando le  vittime erano state 683. Il totale delle vittime sale a oltre 8mila (8.165). Oggi i guariti sono 999, in totale le persone che hanno superato il contagio in Italia dall’inizio dell’emergenza sono oltre 10mila (10.361). Sono invece 3.612 i malati affetti da coronavirus in terapia intensiva, mentre 24.753 sono i ricoverati in ospedale nei reparti di malattie infettive.

«La Germania ha dato disponibilità a dare un supporto con un team sanitario che andrà in Campania». Lo ha detto Luigi D’Angelo, direttore operativo della Protezione civile nel corso del punto stampa ancora in corso.

Coronavirus dati 26 marzo 2020: i contagiati nelle regioni

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi nelle regioni sono: 22.189 in Lombardia, 8.850 in Emilia-Romagna, 6.140 in Veneto, 5.950 in Piemonte, 2.795 nelle Marche, 2.973 in Toscana, 2.027 in Liguria, 1.835 nel Lazio, 1.169 in Campania, 1.094 nella Provincia autonoma di Trento, 1.095 in Puglia, 954 in Friuli Venezia Giulia, 791 nella Provincia autonoma di Bolzano, 1.095 in Sicilia, 860 in Abruzzo, 770 in Umbria, 378 in Valle d’Aosta, 462 in Sardegna, 372 in Calabria, 133 in Basilicata e 81 in Molise. >> Tutte le notizie sul Coronavirus

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Coronavirus, maxi manovra per far ripartire l’Italia: 50 miliardi ad aprile

Coronavirus, storia di un fuori sede: quando tornare a casa è un’esigenza