in

Coronavirus Italia 9172 casi in tutto, 463 morti: oltre 4mila decessi nel mondo

«È il momento della responsabilità. Dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia», queste parole del premier Giuseppe Conte, che ha annunciato l’estensione dei divieti, decisi per Lombardia e 14 province, a tutto il nostro paese. Una misura estrema che paralizza la nazione, ma ritenuta necessaria per il coronavirus: stop alle scuole, palestra, al divertimento stesso. Una situazione difficile che gli anglofoni hanno definito con l’espressione: «Italy lockdown». Purtroppo il Covid-19 continua a mietere vittime: l’ultimo bollettino del capo della Protezione civile riporta cifre spaventose, che destano preoccupazione. L’hashtag #iosonoacasa non è più solo un invito, ma un imperativo; la sola cosa da fare in queste ore e nei giorni che verranno.

leggi anche l’articolo —> Coronavirus, assalto ai supermercati a Roma e Napoli: dopo l’annuncio di Conte è corsa alla spesa

coronavirus italia

Coronavirus Italia 9172 casi in tutto, 463 morti: oltre 4mila decessi nel mondo

Quasi 8mila contagi da noi. Proprio in virtù di questo il governo ha deciso di imitare il modello Wuhan, ricorrendo a misure estreme. Nel corso dell’ultima conferenza stampa Angelo Borrelli ha portato a 9172 i casi complessivi in Italia: 7985 le persone infettate, 724 quelle guarite. Purtroppo è cresciuto anche il numero delle vittime: con 463 morti l’Italia è il secondo Paese al mondo dopo la Cina più colpito dal coronavirus. Rispetto alla scorsa domenica ci sono state altre 97 vittime e 102 guariti in più, più un incremento di 1.598 contagiati. Alle 21.46 della serata di ieri, 9 marzo 2020, il presidente del Consiglio ha avvisato gli italiani dell’ampliamento delle misure: «Perché non c’è più tempo». L’esecutivo ha stabilito che i divieti saranno in vigore almeno fino al 3 aprile 2020: «Non ci sarà più una zona rossa, la zona uno o due della penisola. Ci sarà un’Italia zona protetta», ha dichiarato Giuseppe Conte.

L’epidemia partita da Wuhan ha toccato oltre 100 paesi

Il coronavirus fa paura e non solo in Italia. La Cina ha registrato altri 17 decessi collegati al Covid-19. Le persone decedute nel mondo sono oltre 4.000. Secondo il conteggio della Johns Hopkins University parliamo di 4.012 vittime. L’epidemia che ha preso il via da Wuhan, in Cina, si è diffusa in più di 100 Paesi, causando quasi 110mila casi di contagio.

leggi anche l’articolo —> Coronavirus: tutta l’Italia diventa zona rossa

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

coronavirus supermercati

Coronavirus, assalto ai supermercati a Roma e Napoli: dopo l’annuncio di Conte è corsa alla spesa

coornavirus contagio globale

Coronavirus, contagio ormai globale: come agire? Quali le azioni già adottate e quali no