in

Cosa succede se non mi vaccino nel giorno in cui ho preso l’appuntamento

Cosa succede se non mi vaccino nel giorno in cui ho preso l’appuntamento? Tra tutti i cittadini che hanno prenotato il giorno e l’ora per ricevere il siero anti-Covid, può capitare che qualcuno rinunci all’appuntamento. Le conseguenze sono diverse per chi ha la semplice necessità di posticipare la data e chi invece aspetta un secondo momento per ricevere il vaccino.

Cosa succede se non mi vaccino

Cosa succede se non mi vaccino: salta l’appuntamento

Può succedere che coloro che prenotano un appuntamento per ricevere il vaccino anti-Covid poi non si presentino nel giorno prestabilito. Alcuni non vanno semplicemente perché hanno un impegno più importante in quel momento. Altri hanno dei ripensamenti e non si sentono più a loro agio a ricevere il farmaco. Ricordiamo che nessun cittadino ha la possibilità di scegliere quale siero riceverà. Viene iniettato il composto disponibile al momento. Ovviamente viene comunicato il tipo di vaccino al momento dell’iniezione e la persona può sempre decidere di rinunciare qualora non sia convinta della scelta.

Ma cosa succede se non mi presento all’appuntamento? Non ci saranno ripercussioni legali o sanzioni. Il vaccino non è obbligatorio quindi ogni persona ha il diritto di scegliere se procedere o no con la somministrazione. Inoltre a nessuno verrà richiesto il motivo per il quale non si è andati all’appuntamento.

ARTICOLO | Liguria, boom di prenotazioni degli over 18: 20mila dosi di J&J e AstraZeneca a disposizione

ARTICOLO | Quarta ondata Covid, Rasi ad “Agorà”: «Ecco le tre mosse per evitarla»

vaccini Italia

Cosa succede se non mi vaccino: come posso fare

Secondo quanto stabilito dal Governo, chi non si presenta all’appuntamento per ricevere il vaccino finisce alla fine della lista della categoria di appartenenza e dell’età. Se un 70enne salta l’appuntamento e non richiama per farsene date un altro, riceverà il siero anti-Covid solo quando tutti i suoi coetanei saranno stati vaccinati. Stesso discorso per quanto riguarda la categoria. Se un insegnante non si presenta all’appuntamento finirà in fondo alla lista dei docenti da vaccinare. Di conseguenza il prossimo appuntamento potrebbe slittare di diversi mesi.

Chi invece vuole semplicemente spostare l’appuntamento di qualche giorno per necessità personale, potrà farlo chiamando il numero verde. Il numero in questione è diverso per ogni regione e si può trovare sia nei vari portali regionali sia nell’email di conferma dell’appuntamento. L’operatore telefonico proporrà le opzioni al richiedente che non vedrà il suo nome slittare in fondo alla lista delle persone da vaccinare.>>Tutte le notizie

Notte azzurra anticipazioni

“Notte azzurra”, la Rai augura buon fortuna alla Nazionale: tutte le curiosità sulla serata evento

draghi presidente della repubblica

Draghi al Colle “whatever it takes”, il retroscena: a suo favore non solo Salvini e Berlusconi