in

Covid, arriva la variante Brasiliana: il primo caso è in corso di valutazione a Varese

A Varese arriva una nuova variante Brasiliana del Covid. Infatti l’Ats Insubria spiega in una nota che un uomo, appena rientrato dal Brasile, è risultato positivo al tampone. Moderna sta pensando ad una terza dose aggiuntiva che faccia fronte alle varianti del virus che stanno provenendo da altre parti del mondo.

>> Vaccino Covid, il piano di distribuzione cambia dopo gli annunci dei ritardi e tagli: ecco come

Covid variante Brasiliana

Covid: nuova variante Brasiliana

Sul sito istituzionale della Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria appare una nota che spiega che a Varese un uomo, appena rientrato dal Brasile, è risultato positivo al tampone. Sono in corso le valutazioni ma sembra che sia una nuova variante Brasiliana del virus. L’Ats Insubria ha infatti affermato: «È in corso di valutazione presso l’Ospedale di Varese il primo caso di variante brasiliana ad oggi osservato in Italia. Si tratta di un uomo, rientrato nei giorni scorsi dal Brasile all’aeroporto di Malpensa via Madrid, è risultato positivo al tampone. Il soggetto è in buone condizioni di salute, ma precauzionalmente è stato ricoverato per accertamenti».

L’uomo infatti è stato ricoverato nel reparto diretto dal professor Paolo Grossi. L’Istituto continua dichiarando: «Si sta monitorando la situazione in raccordo con la Direzione Welfare di Regione Lombardia e l’Istituto Superiore di Sanità. Sono state adottate – assicura -tutte le misure di sanità pubblica previste dai vigenti protocolli sanitari per il controllo della diffusione della variante brasiliana sul nostro territorio e, ad oggi, la situazione non è motivo di allarme».

Covid variante Brasiliana

Moderna sta testando una terza dose del vaccino

Nel frattempo Moderna, l’azienda statunitense che opera nel campo delle biotecnologie, testerà una nuova procedura. Si tratta infatti di una terza dose che va sommata alla seconda già prevista. L’intento è infatti quello di studiare la capacità di aumentare ulteriormente la risposta immunitaria contro le varianti. In totale quindi le dosi da utilizzare, una volta conclusa questa sperimentazione, diventerebbero 3. Questo è quello che dichiara Moderna mentre annuncia che il vaccino da loro prodotto è efficace anche contro la variante inglese e sudafricana del Covid. Stéphane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna ha affermato: «Mentre cerchiamo di sconfiggere il virus COVID-19, che ha causato la pandemia, crediamo che sia fondamentale essere proattivi mentre il virus si evolve». >> tutte le news di Urbanpost 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Ilaria Di Pasqua

lino guanciale

Lino Guanciale che faceva prima del successo? Spunta retroscena “insospettabile”

Lino Banfi

Ritardi vaccini Covid, la battuta amara di Lino Banfi fa riflettere: «Siamo alle solite…»