in

Crisi governo, Sandra Lonardo contro la Meloni: «Ma se sei stata ministro grazie a lui!»

Crisi governo – martedì 19 gennaio 2021. In Aula al Senato nel giorno decisivo per le sorti dell’esecutivo ha parlato anche Sandra Lonardo, “moglie di quel Clemente Mastella al centro di mille intrighi e trattative”, come scrive “Libero Quotidiano”. Nel corso dell’intervento in cui ha annunciato che sosterrà il premier Conte, la Lonardo ha “picchiato” duro contro Giorgia Meloni.

leggi anche l’articolo —> Conte al Senato, Emma Bonino: «Serve un governo forte e responsabile. Non voterò la fiducia»

Sandra Lonardo

Crisi governo, Sandra Lonardo contro la Meloni: «Ma se sei stata ministro grazie a lui!»

«Questo Paese richiede, da chi lo ama, non crisi di governo, ma slanci generosi e governabilita’, è stremato sanguinante, spaesato. La ruota quadrata non gira più, la forbice tra ricchi e poveri si allarga, c’è paura del futuro. Il sistema avanza a fatica. La classe media balbetta nella insicurezza, il bisogno è più marcato. Mezzo milione di disoccupati in più. Per queste ragioni mi sento responsabile e darò il mio voto al governo europeista del presidente Conte». Così ha detto la senatrice Alessandra Lonardo (Gruppo Misto), intervenuta nell’aula del Senato, sottolineando che la sua “responsabilità nulla chiede, nulla pretende”. L’ex di Forza Italia ha detto: «Mai nella vita avrei immaginato di fare oggi l’elogio del senatore Salvini e del suo coraggio della responsabilità. Gli do atto che dopo mesi dalle elezioni riuscì con sprezzante senso del pericolo mediatico a rompere il patto di solidarietà politica con Forza Italia e Fratelli d’Italia e fece da costruttore per la inedita alleanza con gli odiati Cinquestelle». E ancora: «Oggi questo Paese richiede, da chi lo ama, non crisi di governo, ma slanci generosi e governabilità».

Sandra Lonardo

«Non sono mai esistite le Mastella airlines», l’affondo

Sul finale un attacco alla presidente di Forza Italia, Giorgia Meloni, per le critiche espresse ieri alla Camera sui presunti accordi con i ‘responsabili’. La politica romana con ironia aveva parlato della “Mastella airlines”, in riferimento appunto al marito della Lonardo, Clemente Mastella. «Non sono mai esistite le Mastella airlines! Sono esistite le linee aeree Scilipoti, su cui volava la Meloni! Forse con ipocrisia, la Meloni si è dimenticata che usò il confortevole aereo Scilipoti per conservare il suo posticino da ministro nel governo Berlusconi. È un’incredibile dimenticanza per una donna senza macchia. Anzi, saremmo curiosi di sapere come ci si sta sulla ‘Scilipoti airlines’. Che doppiezza e come direbbe Totò, ma ci faccia il piacere!», ha affermato la Lonardo. Leggi anche l’articolo —> Crisi di governo, il politologo Pasquino: “In questo Paese scomparse le culture politiche”

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

ristori

Ristori, Zabeo (Cgia Mestre): “30 miliardi sono poca cosa rispetto ai danni della crisi”

GFVip 5 Cecilia Capriotti

GFVip 5, lacrime e dispiaceri per l’eliminata: la sua uscita era del tutto inaspettata