in

Crisi Russia-Ucraina, Mosca: «Gli Usa hanno bisogno di una guerra»

Crisi Russia Ucraina, primi segnali di guerra fredda – ultime notizie. Situazione sempre più delicata tra Mosca e Washington, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni del presidente Usa Joe Biden. L’Ue e i suoi partner sono uniti nel sostenere l’Ucraina. Lo ha scritto l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrell, sui social. Lo stesso ha fatto sapere di aver una conversazione telefonica ieri, 11 febbraio 2022, con il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. «Saremo risoluti e decisi nell’agire in caso di ulteriore aggressione da parte della Russia», ha asserito Borrell su Twitter.

leggi anche l’articolo —> Via libera dal Consiglio dei ministri alla riforma del Csm, cosa prevede: le principali novità

crisi russia ucraina ultime notizie

Crisi Russia-Ucraina, Mosca: «Gli Usa hanno bisogno di una guerra», le ultime notizie

Il Regno Unito ha già annunciato che ritirerà tutti i suoi militari ancora presenti in Ucraina entro domenica 13 febbraio 2022, di fronte al pericolo di un’imminente invasione russa. «L’isteria della Casa Bianca parla chiaro: gli anglosassoni hanno bisogno di una guerra. Ad ogni costo. Provocazioni, disinformazione e minacce sono il loro metodo preferito per risolvere i problemi» interni. Lo ha detto la portavoce del ministero degli esteri russo, Maria Zakharova. L’Italia, invece, ha invitato i connazionali in Ucraina a registrarsi presso l’ambasciata per essere rintracciabili, ma non ha chiesto loro di lasciare il Paese. «L’Europa, la nostra casa comune, sarebbe oggi più stabile e sicura se l’Occidente non fosse stato ossessionato dall’idea di sottomettere la Russia al suo volere», le parole del portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov, all’agenzia «Sputnik».

crisi russia ucraina ultime notizie

Gli Stati Uniti invieranno altre 3mila soldati in Polonia

Gli Stati Uniti invieranno altri 3mila soldati in Polonia. Intanto, come scrive «Il Corriere della Sera», vanno avanti nel Mar Nero le esercitazioni avviate stamani dalla Marina russa, che ha mosso 30 navi da Sebastopoli e Novorossijsk. Il ministero della Difesa di Mosca ha spiegato che lo scopo «è difendere la costa della penisola di Crimea, le basi del Mar Nero e l’economia del Paese da possibili minacce militari». Il segretario di Stato Usa Antony Blinken ha ribadito che oggi parlerà con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. Invece nulla si sa circa il colloquio tra Joe Biden e Vladimir Putin. È il più atteso. Leggi anche l’articolo —> Crisi in Ucraina, Biden: “Se Usa e Russia si sparano è guerra mondiale”

crisi russia ucraina ultime notizie

 

Seguici sul nostro canale Telegram

medici eroi

Niente Ristori alle famiglie dei medici «eroi»: il Senato dice no agli indennizzi

Covid bollettino 12 febbraio 2022

Covid, oggi prosegue il calo dei ricoverati mentre i decessi sono 269 in 24 ore