in

David Sassoli, ecco chi potrebbe sostituirlo alla guida del Parlamento Europeo

Sembra indelicato parlarne ora, ma è comunque un argomento che andrà affrontato nei prossimi mesi: chi sarà il successore di David Sassoli? Non pochi si chiedono: e adesso? Chi sarà il nuovo presidente del Parlamento europeo? L’ex giornalista della Rai aveva già spiegato in autunno di non essere affatto disposto ad un bis. Si tratta di una figura centrale dell’ordinamento europeo e proprio per questo pensata in maniera tale che non se ne resti ma privi. Difatti sono ben quattordici i vicepresidenti che possono presiedere l’Aula in assenza del presidente. Ed è quanto accadrà nelle prossime settimane, almeno fino alla prossima votazione.

leggi anche l’articolo —> Che malattia aveva Sassoli? La verità sul tumore dall’amico David Caretta

David Sassoli sostituto

David Sassoli sostituto chi potrebbe essere? Ecco chi essere alla guida del Parlamento Europeo

L’elezione del prossimo presidente del Parlamento Europeo appare tutt’altro che scontata. Il patto non scritto sancito a luglio 2019 fra le forze di maggioranza dell’Eurocamera prevedeva che a David Sassoli del Partito Democratico sarebbe succeduto, per la seconda parte della legislatura, un esponente del Partito popolare europeo. Il gruppo dei Socialisti e democratici si era poi però tirato indietro. La candidatura dei popolari aveva scompaginato tutto: non convinceva la “carta” Roberta Metsola, maltese e fortemente conservatrice, con posizioni discutibili sull’aborto. In corsa, secondo quanto riportato da “Fanpage” anche Kosma Zlotowski per l’Ecr, i conservatori di cui fa parte Fratelli d’Italia, e Sira Rego per la Sinistra Gue.

Sassoli Metsola

L’ex giornalista sarebbe stato perfetto anche come presidente della Repubblica

Tanti spingevano per Sassoli, che però aveva spiegato di non voler assolutamente fare un bis: “Ringrazio per le tante sollecitazioni, ma ho deciso di non ricandidarmi alla presidenza del Parlamento europeo. Il fronte europeista rischierebbe di dividersi, e sarebbe andare contro la mia storia, le nostre convinzioni, le nostre battaglie. Non posso permetterlo”. E ora sappiamo tutti purtroppo perché: il giornalista è morto nella notte tra il 10 e l’11 gennaio a seguito di complicanze dovute alla disfunzione del suo sistema immunitario. A dare notizia dell’aggravarsi delle condizioni dell’esponente di spicco del Pd, nella tarda serata di ieri, 10 gennaio, il suo portavoce Roberto Cuillo. Una tragedia che ha sconvolto tutti. Anche perché possiamo dirlo, senza troppi fronzoli, uno come Sassoli è “merce” rara oggi in politica. Serio, rispettoso delle istituzioni, sincero europeista. Un uomo che sarebbe stato perfetto anche per ricoprire il ruolo di presidente della Repubblica Italiana.

sassoli malattia

Chi è Roberta Metsola? Prossime elezioni il 18 gennaio

E ora che accadrà? Chi sarà il prossimo presidente del Parlamento Europeo? Accanto ai nomi fatti in precedenza non si può escludere la possibilità di un italiano. Tra i quattordici vice presidenti del Parlamento europeo che fin qui per le assenze per malattia di Sassoli lo hanno sostituito c’è anche l’europarlamentare italiano Fabio Massimo Castaldo, che, come ricorda “Notizie.it”, è stato eletto presso le sedi parlamentari di Strasburgo e Bruxelles con il MoVimento 5 Stelle. Ma, come spiega “Sussidiario” la “prima” in termini di responsabilità e funzioni è proprio Metsola, già candidata principale a succedere a Sassoli, prima della tragica notizia arrivata ieri a Bruxelles. L’europarlamentare maltese guiderà dunque ad interim il Parlamento Ue fino a martedì 18 gennaio, quando il legislativo europeo è chiamato ad eleggere il nuovo Presidente. Leggi anche l’articolo —> David Sassoli, la toccante lettera dello staff: “Era merce rara nella temperie della politica”

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Bassetti omicron

Quarta dose di vaccino? Ema: “Strategia non sostenibile nel lungo periodo”

terza dose Pfizer

Il Portogallo è riuscito a trasformare il Covid in un virus endemico grazie ai vaccini