in

Decreto bollette, tutte le misure previste dal governo contro il caro energia

Via libera del Cdm all’unanimità al nuovo decreto contro il caro-bollette e al dpcm sulle cessioni dei crediti legati ai bonus edilizi, incluso il Superbonus. È un pacchetto di interventi di circa 7,5 miliardi destinati perlopiù (5,8 miliardi) per contenere l’effetto degli aumenti di luce e gas. Nel corso dell’ultima conferenza stampa il presidente del consiglio Draghi e i ministri presenti hanno illustrato le misure fortemente volute dall’esecutivo per limitare i rincari.

leggi anche l’articolo —> Decreto bollette, cosa prevede il piano del governo: 7,5 miliardi contro i rincari

decreto bollette

Decreto bollette 2022, tutte le misure previste dal governo contro il caro energia

Nelle battute iniziali della conferenza stampa il premier Draghi ha detto fermo: «Abbiamo approvato un provvedimento per contenere il costo dell’energia e per sostenere settore automobilistico. Mettiamo in campo quasi 8 miliardi di euro di cui 6 per l’energia e lo facciamo senza ricorrere a scostamenti bilancio. Utilizziamo i margini che derivano dagli ottimi risultati sul fronte della crescita della finanza pubblica conseguiti nello anno». Il presidente del consiglio ha poi rimarcato: «Il governo vuole intervenire fin da ora per evitare che il rincaro dell’energia si traduca in un minor potere di acquisto delle famiglie e in una minore competitività delle imprese».

Subito dopo di lui è intervenuto il ministro Franco: «Questo decreto ha l’obiettivo di sostenere l’economa in questa fase difficile, abbiamo una performance molto positiva nel 2021, vediamo ora un rallentamento dell’attività economica in Italia e negli altri Paesi che hanno toccato un picco molto elevato. Sono scesi rispetto a dicembre ma restano a livelli molto elevati rispetto a un anno fa. Questi interventi mirano a sostenere famiglie e imprese con 5 miliardi e mezzo, cui si associano interventi volti a regioni e comuni». Nel dettaglio si è parlato di circa 4,8 miliardi per le famiglie.

decreto bollette

Interventi che partono dalla riduzione degli oneri di sistemi

«1,8 miliardi di interventi sugli oneri di sistema sono per le famiglie, oltre a circa 400 milioni di interventi sull’Iva e ai 2,6-2,7 miliardi di intervento sul bonus sociale. Sul lato dell’impresa c’è la restante parte degli oneri sistema sull’elettricità e sul gas, l’intervento sulle energivore, l’ultimo intervento sulle ‘gasivore’ per 2,8-9 miliardi», ha detto il ministro Franco. Nel corso della conferenza stampa sono intervenuti anche i ministri Cingolani e Giorgetti. L’esecutivo interverrà sulla produzione nazionale di gas «per arrivare a circa cinque miliardi di metri cubi di produzione nazionale dagli attuali tre, due miliardi, su un totale di consumi nazionali di circa 70 miliardi», ha spiegato il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani.

decreto bollette

Le novità per il settore delle auto

Per l’automotive ci sarà «un miliardo all’anno per otto anni per accompagnare il processo di transizione che riguarda un settore molto importante sotto l’aspetto manifatturiero sia per quanto riguarda la produzione diretta che l’indotto», ha asserito il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri. «L’intervento pubblico è importante ma l’iniziativa da parte privata lo è di più. E quindi questo serve a convincere tutti i soggetti della filiera a investire e affrontare questa sfida con a fianco lo Stato. Intendiamo a breve prevedere incentivi per autovetture ecologicamente compatibili, non soltanto elettriche, ma anche altre fonti in particolare l’ibrido», ha concluso. Leggi anche l’articolo —> Cacciari: «Sistema morto. Draghi, Mattarella e Amato uniti dal filo dell’impotenza dei partiti»

decreto bollette

(Foto Sito Ufficiale Palazzo Chigi) 

Seguici sul nostro canale Telegram

Covid bollettino 18 febbraio 2022

Covid oggi terapie intensive sotto quota mille, 314 decessi e 53.662 nuovi casi

covid fondo famiglie sanitari

Un fondo alle famiglie dei sanitari morti per Covid, risorse per 15 milioni: c’è l’ok del governo