in

Decreto sostegni bis, disoccupazione Naspi e Reddito di emergenza: le ultime notizie

Decreto sostegni bis, proroga Naspi e Rem? Le ultime notizie. Il decreto Sostegni ha rinnovato il reddito di emergenza per 3 mesi, ovvero per marzo, aprile e maggio 2021, andando a sostituire la proroga delle indennità Naspi e Dis-Coll. Ecco cosa cambia a proposito dei requisiti per il Rem (Reddito di emergenza) e la compatibilità con la disoccupazione Naspi e Dis-Coll.

decreto sostegni

Decreto Sostegni bis

Il governo Draghi è al lavoro sul Decreto Sostegni bis, il secondo provvedimento della pandemia che metterà a disposizione dei cittadini aiuti economici. Secondo le ultime anticipazioni dell’esecutivo, sono previsti nuovi contributi a fondo perduto, la proroga dei Bonus per gli stagionali del turismo, per i lavoratori dello spettacolo e per i collaboratori sportivi. Anche il Reddito di emergenza ha subito una proroga.

Compatibilità Naspi e Rem

Invece della proroga NASpI e Dis-Coll, il Decreto Sostegni ha rinnovato il Reddito di emergenza per 3 mesi, per i nuclei familiari in difficoltà che siano senza lavoro, pensione o reddito di cittadinanza. Sono inclusi tra i possibili beneficiari anche coloro che hanno terminato di percepire la Naspi o la Dis-Coll tra il 1° luglio 2020 ed il 28 febbraio 2021.

Ricordiamo che quando parliamo di Naspi ci riferiamo alla Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego. L’indennità di disoccupazione NASpI sostiene il reddito dei lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro. La Dis-Coll, invece, è una prestazione a sostegno dei collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, assegnisti di ricerca e dottorandi di ricerca con borsa di studio che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

ARTICOLO | Sostegni bis: nuovi aiuti per le imprese, in arrivo il decreto entro fine aprile

decreto sostegni

I requisiti per il Reddito di emergenza

Non dovrebbero esserci modifiche a proposito dell’importo del Rem (minimo 400 euro, massimo 840), così come dei requisiti ISEE, reddituali e patrimoniali. Per ottenere il beneficio, il reddito familiare di febbraio 2021 deve essere inferiore alla soglia corrispondente all’ammontare del Reddito di emergenza spettante incrementato, per i nuclei familiari con canone di locazione dichiarato nella DSU, nella misura di un dodicesimo dell’ammontare annuo dell’affitto stesso. Le domande sono da inviare entro il 30 aprile 2021. > Tutte le notizie di economia

pass per spostamenti

Pass vaccinale, nuovi metodi per ripartire in sicurezza: come funziona il test “lecca-lecca”

Curevac vaccino Covid

Vaccino Curevac in attesa dell’approvazione Ema, l’immunologo Forni: “Sarà la rivoluzione”