in

Denise Pipitone, la diffida di Piera Maggio non ferma Quarto Grado: nuove rivelazioni della ex pm Angioni

Denise Pipitone oggi: Quarto Grado riparte con la nuova stagione e si occuperà in maniera assidua del giallo di Mazara. Nonostante nei mesi scorsi Piera Maggio, mamma di Denise, avesse chiesto pubblicamente al giornalista e conduttore di non parlare più del caso della sua bambina, Gianluigi Nuzzi è andato dritto per la sua strada di cronista.

Denise Pipitone oggi: Quarto Grado parlerà del caso nonostante la diffida

La minaccia di diffida non ha quindi sortito l’effetto dissuasivo sperato. La madre di Denise si era appunto riservata il diritto di “querelare il programma e gli autori che consentono questo scempio delle vittime di un reato”. La signora Piera accusa in sostanza il programma Mediaset di aver mandato in onda “reiterate frasi offensive” nei suoi confronti. “Affermate con veemenza inopportuna, senza contegno, da parte di Carmelo Abbate e senza nessuna presa di distanza da parte di Nuzzi, dimostrando al contrario, un plateale atteggiamento di parte e non certamente garantista”, aveva scritto la donna in un post condiviso pubblicamente su Facebook.

“La notizia prima di tutto”: Nuzzi replica a Piera Maggio

Nuzzi poi le chiese scusa in diretta, pur ribadendo la posizione della sua trasmissione sul caso Denise: la notizia prima di tutto. “Questo vuol dire che noi non taciamo nulla, noi rispettiamo tutti e non abbiamo la presunzione di risolvere i casi. Certo, possiamo avere un ruolo di stimolo per le indagini, raccontando però tutto, proprio tutto. E questo lo possiamo fare senza farci dettare le scalette o i temi da nessuno, se non dalla cronaca. La priorità è quella dei fatti”.

TUTTO SUL CASO DENISE PIPITONE: CLICCA QUI PER LEGGERE GLI APPROFONDIMENTI DI URBANPOST

La nuova stagione di Quarto Grado partirà proprio venerdì 10 settembre 2021, ed in scaletta tra i grandi gialli irrisolti d’Italia ci sarà in primis quello che riguarda la scomparsa di Denise Pipitone. Lo stesso conduttore ne ha dato conferma in una intervista rilasciata a TelePiù. Oltre alla tematica dei femminicidi, saranno approfondite le interviste e le testimonianze delle persone coinvolte nelle indagini della Procura di Marsala. Sicuramente dunque si parlerà ancora di Maria Angioni, la ex pm del caso Denise finita nel registro degli indagati e rinviata a giudizio per le recenti esternazioni fatte. La oggi giudice del lavoro, sostiene infatti l’ipotesi del rapimento nato nell’ambito della famiglia allargata Pulizzi-Maggio. E che Denise oggi sia viva, vivrebbe all’estero e sarebbe sposata e madre di una bambina. Ignara del suo passato, sarebbe stata accolta da una famiglia molto facoltosa.

Le nuove clamorose rivelazioni dell’ex pm Maria Angioni

“L’ex pm Angioni ha rivelato di essere sempre più convinta che Denise Pipitone sia viva, e che si troverebbe all’estero, probabilmente sposata e madre di una bambina, ma totalmente ignara di essere la minore rapita da Mazara del Vallo nel 2004, e ha aggiunto nuovi elementi e prove documentali a supporto della sua ipotesi. Uno su tutti, un documento che attesterebbe il mancato controllo delle frontiere da parte delle forze dell’ordine il giorno seguente alla sparizione della piccola Denise, e in particolare il transito di una minore da un porto siciliano in direzione della Tunisia”. Lo scrive Il Fatto Quotidiano. Potrebbe interessarti anche —> Denise Pipitone c’è un nuovo testimone, l’avvocato Frazzitta rivela: «Ha fornito quattro elementi finora ignoti»

Nino Castelnuovo morto

Lutto per il cinema italiano, è morto Nino Castelnuovo: l’attore aveva 84 anni

La pandemia ha colpito anche giochi e scommesse: il danno erariale per lo Stato supera i 7 miliardi