in

Discoteche, palestre e piscine: attivato fondo da 140 milioni di euro

Discoteche, piscine e palestre, attivato il fondo da 140 milioni di euro a sostegno di tali attività – Mercoledì 1 settembre 2021. La notizia è di qualche istante fa e arriva come una boccata di ossigeno per gestori e imprenditori penalizzati dalla pandemia. L’iniziativa voluta dal ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti mira a dare una mano a quegli esercizi chiusi da tempo per contenere la diffusione del contagio da Covid-19.

leggi anche l’articolo —> Bonus tv 2021: requisiti, quando richiederlo e come ottenerlo

discoteche palestre

Discoteche, palestre e piscine: arriva fondo da 140 milioni di euro

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha attivato il fondo da 140 milioni di euro per sostenere le attività rimaste chiuse per legge per via delle misure restrittive anti-Covid. Le discoteche potranno richiedere i contributi a fondo perduto fino a 25 mila euro. Invece palestre, impianti sportivi, cinema, teatro fiere e parchi a tema potranno richiedere fino a 12mila euro. «È un provvedimento doveroso, promesso alle categorie che sono state costrette a restare chiuse per legge. È giusto che discoteche, palestre e altre realtà in condizioni simili abbiano uno strumento speciale avendo pagato un prezzo più alto a causa dei cambiamenti imposti dalle regole restrittive contro il Covid. In occasione degli incontri al Mise, ma anche in altri contesti, questa necessità e urgenza era venuta fuori in maniera determinante. Iniziamo con questo fondo, 140 milioni, che però può essere rifinanziato se sarà necessario», ha chiarito Giorgetti. Leggi anche l’articolo —> Green Pass obbligatorio su treni, bus e aerei da oggi: allerta Viminale per proteste dei ‘no vax’

discoteche palestre

Il ministro Giorgetti: «Era doveroso»

Nel decreto interministeriale viene definito l’elenco delle attività che hanno diritto a beneficiare dell’aiuto economico, poiché rimaste chiuse per un periodo complessivo di almeno cento giorni. Tra le categorie degli aventi diritto, oltre alle sale da ballo, alle palestre e alle piscine, anche gli impianti di risalita in montagna, le aziende di catering, i musei e le sale gioco. Quali sono i termini previsti? Saranno resi noti dalle Agenzie delle Entrate. Il decreto interministeriale passerà ora al Mef per la firma di Daniele Franco. Leggi anche l’articolo —> Bonus terme, 200 euro di sconto senza limiti di Isee, ma il Codacons critica: «Solo 265mila fortunati»

discoteche palestre

ragazzo annegato portofino

Morte di Manuel Perez, la madre valuta la querela: “Non hanno rispettato le sue fragilità”

Afghanistan oggi

Afghanistan, talebani: «Il nuovo governo sarà islamico», negoziati in corso con la Gran Bretagna