in

Domenica In, salta l’ospitata di Conte: Salvini e Meloni ‘boicottano’ il videomessaggio del premier

Un pensiero carino quello che Mara Venier pensava di riservare agli studenti alla vigilia della campanella di un anno scolastico che si preannuncia difficile: un’idea concretizzata – in teoria – nella messa in onda di un videomessaggio del premier Giuseppe Conte a Domenica In, in quella che sarà la puntata di esordio di domani, domenica 13 settembre 2020. Un discorso di qualche minuto per augurare agli studenti un buon inizio. È bastato l’annuncio a scatenare la polemica da parte delle opposizioni.

Leggi anche >> Torre del Greco: Salvini costretto ad abbandonare il palco

domenica in conte

Domenica In, Conte rinuncia al videomessaggio: Salvini e Meloni pronti a denunciare

È inammissibile che ad una settimana dal voto si dia spazio sulla prima rete pubblica al presidente, questo il concetto. Era stata la stessa Mara a riferire dell’idea durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione di Domenica In. La conduttrice aveva spiegato che il Presidente del Consiglio avrebbe rivolto un in bocca al lupo a studenti e docenti alle ore 14. “Ma non l’ho ancora visto, – aveva precisato – ci arriverà oggi”. Non è mai arrivato, invece, dopo la bufera delle opposizioni. In primis Matteo Salvini: “La tivù pubblica – ha tuonato il leader della Lega tramite social – domenica concede i suoi microfoni al capo del governo? Bene, sono sicuro che darà lo stesso spazio, lo stesso giorno e sulla stessa rete, al capo dell’opposizione. In caso contrario, abbiamo pronte le denunce in tutte le sedi opportune”.

domenica in conte

“Il Presidente Conte ha preferito declinare la registrazione”

Non solo Salvini a remare contro l’intervento del premier: “Oggi – fa eco Giorgia MeloniRai Uno ci fa sapere che, domenica 13 settembre (in uno degli orari con più audience), a una settimana dal voto, il presidente del Consiglio Conte rivolgerà un messaggio alla Nazione durante ‘Domenica In’. Benvenuti in Corea del Nord”. Poi aggiunge: “P.S. Fratelli d’Italia, invece, fa sapere che presenterà immediatamente una interrogazione parlamentare in commissione vigilanza Rai e un esposto all’Agcom per denunciare questo utilizzo scandaloso del servizio pubblico”.

Al presidente non resta che fa dietro-front. A Mara, rimane invece il rammarico: “Mi sarebbe piaciuto che il Presidente del Consiglio mandasse un augurio agli studenti e agli insegnanti per la ripresa di lunedì del nuovo anno scolastico. – ha commentato la conduttrice – Era un’idea in corso ma il Presidente Conte ha preferito declinare la registrazione del videomessaggio per evitare che la scuola diventi occasione di polemiche… E allora il buon rientro a scuola lo farà la zia Mara”. >> Lapo Elkann a Verissimo: «A 13 anni sono stato abusato, è un dolore che negli anni ti mangia»

domenica in conte

sardegna tampone solinas

Sardegna, da lunedì si entra solo con test negativo

milano esplosione appartamento

Milano, esplosione in un appartamento a Piazzale Libia: almeno cinque feriti