in

Tutti lo vogliono al Quirinale, ma Draghi ci ha preso gusto a fare il premier: il clamoroso retroscena

Draghi al Quirinale? La prossima estate coincide con quel periodo di tempo decisivo che prelude al termine del mandato di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica e che culminerà in una nuova elezione. Alla vigilia di questa “scadenza”, e riflettendo su quanto sia cambiato nel tempo il ruolo del “Presidente degli Italiani”, Bruno Vespa, nel suo nuovo libro, disegna i ritratti delle dodici diverse personalità che hanno avuto l’onere e l’onore di ricoprire la più alta carica dello Stato. Ospite di Myrta Merlino a «L’aria che tira» su La7, il conduttore di «Porta a Porta», ha presentato il suo ultimo volume “Quirinale. Dodici presidenti tra pubblico e privato” e ha detto la sua sull’ipotesi dell’attuale premier al posto di Mattarella. 

leggi anche l’articolo —> Mario Draghi l’«Atermico», tutto quello che non sapete sull’attuale premier

draghi al Quirinale

Tutti lo vogliono al Quirinale, ma Draghi ci ha preso gusto a fare il premier: il clamoroso retroscena

Nel suo ultimo libro Bruno Vespa ha tracciato i ritratti dei dodici presidenti della Repubblica Italiana. Nel salotto di Myrta Merlino il giornalista non si è sbilanciato troppo su chi possa essere il tredicesimo. Tuttavia, il papà di “Porta a Porta” ha fatto capire, neppure troppo tra le righe, che nulla è certo, neppure il nome di Mario Draghi che circola da che è stato incaricato premier da Mattarella. «Chi legge questo libro impara che non si possono fare previsioni sul presidente della Repubblica», ha spiegato Vespa incalzato dalla conduttrice de «L’Aria che tira». «Tutto succede sempre all’ultimo minuto. L’unica novità di quest’anno è che nessuno schieramento ce la fa da solo. Teoricamente il centrodestra potrebbe farcela perché ha 466 voti, compresi i consiglieri regionali. Ma per ora è tutta fantascienza, credo che ci saranno le condizioni per fare un presidente della Repubblica realmente condiviso», ha spiegato il giornalista.

draghi al quirinale

Bruno Vespa ospite a “L’Aria Che tira»: «Una candidatura di assoluto prestigio»

Per Vespa, infatti, quella del successore di Mattarella non sarà un scelta ideale, ma di necessità. Il leader della Lega ha già fatto il nome di Draghi: «Si tratta di una candidatura di assoluto prestigio e Salvini spera che andando al Quirinale Draghi sciolga le Camere. Questa è anche la tesi di Giorgetti, che vorrebbe confermare Mattarella per sciogliere subito le Camere e adeguare il Parlamento ‘illegittimo’, dato che ad eleggere il presidente dovrebbero essere di meno di quelli attuali», ha chiarito il conduttore di “Porta a Porta”. Ma non si tratta solo di questo.

draghi al Quirinale

 

Draghi al Quirinale: «Sarà lui e lui soltanto a decidere. Senza farsi ammaliare dai canti delle sirene provenienti dei partiti»

Come si legge in un articolo di oggi uscito su “Il Tempo” Draghi sembra averci preso gusto a fare il presidente del Consiglio«Sta iniziando a conoscere ora la macchina della politica, cosa per nulla scontata. Ai collaboratori continua a ripetere che il suo obiettivo, è portare fuori il Paese dall’impasse. In futuro si vedrà. In realtà, chi un po’ lo conosce, sostiene che quel ruolo di premier cominci decisamente a piacergli. Non è impossibile che si vada ad elezioni anticipate ma neanche così facile. Qualcosa di detto c’è. Sarà lui e lui soltanto a decidere. Senza farsi ammaliare dai canti delle sirene provenienti dei partiti». Cosa accadrà? Leggi anche l’articolo —> Draghi salutista e amante dello sport, parla il barista: «Ecco cosa prende ogni mattina»

vaccino covid figliuolo

Covid, Figliuolo: «Prenotare le vacanze in base all’appuntamento vaccinale»

Lorenzo Musetti età

Lorenzo Musetti, vita privata e carriera: tutto sul giovane tennista italiano