in

Emilia Romagna zona arancione? Decisione nel pomeriggio: indice Rt sopra 1,5

Emilia Romagna diventa zona “arancione”? Quattro giorni fa, a poche ore dalla conferenza stampa del premier Conte, il governatore della Regione, Stefano Bonaccini, aveva scritto sui social: «Attenzione, non esistono zone verdi, la priorità ovunque nel Paese è una sola: invertire la curva pandemica, frenare il contagio, perché la situazione è peggiorata nelle ultime settimane». Ora però da area “gialla”, vale a dire criticità moderata, l’Emilia-Romagna potrebbe passare ad “arancione”. La conferma o smentita ufficiale nel pomeriggio: tutto dipenderà dall’andamento dell’indice Rt, l’indicatore di replicazione del Coronavirus, che è tornato sopra il livello di guardia (sopra 1,5).

leggi anche l’articolo —> Coronavirus, Pfizer e Biontech annunciano: “Vaccino efficace al 90%”

Emilia Romagna zona arancione

Emilia Romagna zona arancione? Decisione nel pomeriggio: indice Rt sopra 1,5

Con il dpcm firmato da Giuseppe Conte, in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre, l’Italia è stata divisa in tre fasce, a seconda della gravità della situazione legata al diffondersi dell’epidemia di Covid-19. Tra i 21 parametri fissati per stabilire l’inclusione in una fascia, anziché in un’altra, il numero dei casi sintomatici, quelli nelle Rsa, i ricoveri effettuati, la percentuale di tamponi positivi, il tempo medio tra sintomi e diagnosi, l’insorgenza di nuovi focolai, i posti letto occupati nei nosocomi in relazione all’effettiva disponibilità. Purtroppo per l’Emilia Romagna, la situazione sembra essere notevolmente peggiorata: i contagi risultano aumentati, nonostante il numero dei tamponi effettuati sia minore. Polemiche infinite anche per i centri commerciali lasciati aperti nel fine settimana, considerati da alcuni veicolo vero del virus.

Emilia Romagna zona arancione

Lockdown nazionale? L’Italia tutta zona rossa?

Nel pomeriggio si terrà l’incontro tra il Ministero e le regioni, in cui dovrebbe essere stabilita l’assegnazione dei nuovi colori. Ma c’è di più: al fine di non realizzare misure diverse nelle varie zone del paese, il Governo potrebbe optare per un lockdown nazionale. Una chiusura totale che renderebbe ancora una volta l’Italia zona rossa. Se così non dovesse essere, ci sono buone possibilità che l’Emilia Romagna diventi una regione “arancione”. Le misure potrebbero insasprirsi visto che l’8 novembre sono stati individuati 2.360 nuovi casi. Questo comporterebbe l’introduzione di alcune nuove disposizioni: non solo il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, ma anche spostamenti vietati in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro. E ancora, tra le tante, la chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7; con asporto consentito fino alle 22. Leggi anche l’articolo —> Covid-19, in Rsa a Castelfranco Veneto arriva “la stanza degli abbracci”

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

coronavirus iva zanicchi

Coronavirus, Iva Zanicchi ricoverata con polmonite all’ospedale di Vimercate

Covid bollettino 9 novembre 2020

Covid, il bollettino di oggi: 25.271 nuovi casi, il 17,1% dei tamponi è positivo