in

Emma Marrone Instagram, appello al governo: «Nessuna voce resti inascoltata»

La cantante Emma Marrone ha pubblicato un video sul suo profilo Instagram con un appello accorato al governo. Un appello che nasce da dopo le parole di Tiziano Ferro durante un collegamento con il programma di Rai 2 Che tempo che fa, condotto da Fabio Fazio. Il cantante ha chiesto chiarezza su come poter riprendere il proprio lavoro dopo la pausa a causa dell’emergenza da Covid-19. Le parole del cantante sono state: «La verità è che non sappiamo nulla. I concerti sono formalmente in piedi perché i provvedimenti del Governo, ad oggi, arrivano fino al 3 maggio. Però io davvero ho bisogno che si faccia chiarezza, che il Governo ci dia delle risposte e anche si esponga e prenda una posizione per noi». Oltre ad Emma anche Laura Pausi, Fiorella Mannoia e Alessandra Amoroso si sono unite a Tiziano.

Emma Marrone

Leggi anche –> Emma Marrone Instagram solo una pelliccia e un paio di collant, spaccata audace: «Pazzesca»

Emma Marrone Instagram, appello al governo

La bravissima Emma Marrone, mossa dalle parole di Tiziano Ferro a Che tempo che fa, ha deciso di condividere anche lei l’appello del cantante al governo, ovvero quello di fare chiarezza e di aiutare gli artisti a riprendere in mano il proprio lavoro. Emma ha descritto così il suo post: «Nessuna voce resti inascoltata. Appello al nostro Governo perché nessuna voce resti inascoltata. Chiediamo ai nostri colleghi, a tutti professionisti dello spettacolo e a tutti quelli che come noi amano la musica l’arte e ogni forma di intrattenimento di unirsi in questo momento così delicato. #seiconnoi❓» Nel video la cantante legge un lungo ed emozionante messaggio, lo stesso ripetuto anche da Laura Pausini, Fiorella Mannoia e Alessandra Amoroso. Tutti i loro video sono stati condivisi sulla pagina Instagram ufficiale di Tiziano Ferro.

Il messaggio degli artisti

Emma Marrone, così come tutti gli artisti che hanno deciso di partecipare a questa iniziativa, nel suo video legge una lunga lettera. Ecco le parole: «Ogni cosa ha il suo tempo ed oggi è ancora il tempo del dolore per chi non c’è più, delle cure ai malati e del sostegno economico, morale e organizzativo da chiedere a gran voce per tutti gli operatori sanitari che sono in prima linea e questa senza dubbio è la priorità. Domani però, nel rispetto di tutti, dovremo ripartire e non possiamo permetterci di dimenticare qualcuno, di lasciare indietro centinaia di migliaia di lavoratori senza colpe ed oggi senza prospettive. Non stiamo parlando per noi o di noi».

Poi continua: «Stiamo parlando di tutti i musicisti, gli autori, i dee jay, i ballerini, gli operai, i tecnici, i lavoratori specializzati, i professionisti di ogni settore dello spettacolo, i lavoratori senza cassa integrazione, i lavoratori occasionali, tutte le maestranze che lavorano nel mondo della musica e dell’intrattenimento. Stiamo parlando di chi suona la sera nei locali delle vostre città e di chi insegna musica ai vostri figli. Non sono star, ma è gente che lavora e con quel lavoro ci paga ciò che serve per vivere. Gente che, come tutti, ha il diritto di lavorare. E che come tutti ha il diritto ad essere protetto quando, senza alcuna colpa, il lavoro e la dignità vengono messi in pericolo. Di loro, della loro angoscia e del loro disagio economico si parla pochissimo».

In conclusione: «Il Paese si appresta a definire la Fase 2 e leggiamo ovunque di iniziative, proposte, modalità che consentiranno una graduale, difficile e doverosa ripresa delle attività produttive e commerciali. Ma non leggiamo mai di cosa accadrà ai lavoratori del mondo dell’intrattenimento. Noi artisti che condividiamo con questi lavoratori una parte fondamentale della nostra vita e conosciamo a fondo le difficoltà che stanno attraversando, ci chiediamo: Come potranno reggere ad una emergenza che diventa sempre più lunga? Come potranno vivere dignitosamente senza neanche la prospettiva di poter, un giorno, tornare a fare il proprio lavoro? Cosa succederà agli eventi di questa estate e a quelli programmati nei mesi successivi? Quando potranno tornare a lavorare?» >>Coronavirus fase 2, riaperture dal 27 aprile: condizioni e deroghe per le Regioni

Foto prese dal profilo ufficiale Instagram di Emma Marrone (@real_brown)

Pamela Prati

Pamela Prati Instagram esagerata, completino di pelle e camicia oversize aperta: «Meravigliosa»

soleil stasi

Soleil Stasi Instagram, seducente in bikini “tutta sporca”: «Ma è pastella o impasto per la pizza?»