in

Enrico Nigiotti indagato per frode assicurativa, la difesa del cantante: «Io ho rischiato la vita»

Risulta indagato per frode assicurativa Enrico Nigiotti, il cui nome compare tra i 72 accusati di aver truffato le assicurazioni per ottenere risarcimenti più alti. Il reato sarebbe quello di aver presentato documentazioni mediche alterate per accaparrarsi indennizzi maggiori.

Leggi anche >> Amici 2019, Elena D’Amario si commuove per Enrico Nigiotti: «Il primo amore non si scorda mai» [VIDEO]

enrico nigiotti indagato

Enrico Nigiotti indagato per frode assicurativa: avrebbe falsificato documenti sanitari

L’operazione, denominata “Triade Sicura” e condotta dai carabinieri di Livorno, ha portato all’arresto di dieci persone, tra cui un medico legale, un avvocato, uno psichiatra e un perito informatico. Per essi l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e al “fraudolento danneggiamento dei beni assicurati”. Sequestrati beni per un valore di 650 mila euro. L’indagine coinvolge 72 persone implicate in 35 incidenti stradali di cui sarebbero stati falsificati i dati per ottenere risarcimenti maggiori. Tra essi lo stesso Nigiotti che, coinvolto in un incidente un anno fa, avrebbe falsificato i documenti sanitari per ottenere un risarcimento di 12 mila euro.

enrico nigiotti indagato

«Posso solo dichiarare la mia estraneità a qualsiasi fatto di natura illecita»

Innanzi alle accuse da cui è stato raggiunto, l’ex concorrente di Amici ha tenuto a precisare la propria posizione tramite le storie del proprio account Instagram: «Riguardo l’operazione “Triade Sicura”, – si legge sul profilo di Enricoche oltre me vede indagate altre 71 persone con una serie di sinistri stradali, attualmente non sono a conoscenza degli atti di indagine avendo saputo solo il titolo di reato per il quale si sta procedendo. Io – precisa il cantante – sono rimasto coinvolto un anno fa in un brutto incidente stradale nel quale ho rischiato la vita.

Confido di poter chiarire il prima possibile la mia posizione ma, al momento, devo ancora ricostruire i fatti e recuperare i documenti relativi al risarcimento del danno derivante da quel sinistro. Ho piena fiducia nella Magistratura e valuterò con il mio avvocato le iniziative da intraprendere a tutela della mia persona. Al momento – conclude – posso solo dichiarare la mia estraneità a qualsiasi fatto di natura illecita, avendo sempre agito nel pieno rispetto della Legge». >> Enrico Nigiotti Instagram, il suo fascino “wilde” è irresistibile: «Baciami adesso!»

enrico nigiotti indagato

giuseppe remuzzi coronavirus

Coronavirus, Giuseppe Remuzzi: «I nuovi positivi non sono più contagiosi!»

Woody Allen

Woody Allen: «Insensato credere che avessi potuto abusare di mia figlia di 7 anni»