in

Epatite acuta pediatrica, Bassetti tranchant a ‘Non è l’Arena’: «Non facciamo come i cinesi…»

Nel corso dell’ultima puntata di Non è l’Arena, talk show di La7, in onda il 24 aprile 2022, ampio spazio alla nuova epatite acuta pediatrica di origine sconosciuta. Ci sono 170 casi di bambini colpiti in tutta Europa. Massimo Giletti ne ha chiesto conto a Matteo Bassetti, infettivologo di Genova, che ha detto la sua: «Ci sono questi casi anomali, la maggioranza in Inghilterra, potrebbe trattarsi di un nuovo virus, che i bambini in qualche modo fino all’infezione non avevano visto e quindi non sono stati in grado di sviluppare anticorpi. Si è parlato dell’adenovirus, un virus molto comune nei bambini, che dà sintomi influenzali praticamente, molto blandi».

leggi anche l’articolo —> Epatite acuta a Prato, bimbo di 4 anni gravissimo: medici sospettano “sindrome da lockdown”

Bassetti

Epatite acuta pediatrica Bassetti tranchant: “Non facciamo come i cinesi…”

«Una spiegazione che è stata data è che siccome in questi ultimi due anni i bambini hanno avuto contatti ridotti con l’esterno, anche per l’uso delle mascherine, e quindi il sistema immunitario di questi bambini potrebbe non essere stato allenato in maniera adeguata. Non dimentichiamoci che abbiamo tanti virus per cui non ci sono vaccini, per allenare il sistema immunitario bisogna anche venire incontro a questi virus. Quindi potrebbe essere che alcuni bambini che non hanno sviluppato adeguati anticorpi c’è stata una reazione esagerata», ha proseguito Bassetti.

Bassetti

Le parole dell’esperto a «Non è l’Arena»

Evitando i toni esasperati, il direttore della Clinica di Malattie Infettive all’Ospedale San Martino, a Giletti che gli chiedeva se c’è da preoccuparsi molto, ha replicato così: «Io credo che bisogna stare tranquilli, che bisogna dire alle persone che non è il caso di allarmarsi, che stiamo facendo la cosa più importante, cioè tra i vari paesi del mondo mettiamo in comunione i dati. Non dobbiamo commettere errori già commessi dai cinesi nel 2019 quando ci hanno nascosto i problemi del Covid. Dobbiamo continuare a studiare e fare ricerca per capire se si tratti di un nuovo virus o di un virus già esistente», ha sottolineato sul finire della puntata di «Non è l’Arena». Leggi anche l’articolo —> Epatite, altri casi sospetti in Italia: sintomi, come si prende e possibile legame con il Covid

 

Seguici sul nostro canale Telegram

russia ucraina lavrov

Ucraina, Lavrov contro gli Usa: “Pericolo di una terza guerra mondiale”, retroscena negoziati

bloccata tormenta

Bloccata nella tormenta di neve per 6 giorni: cos’ha mangiato per sopravvivere