in

Estate 2021, i viaggi all’estero si potranno fare? Novità sul passaporto vaccinale

Estate 2021, torneremo a viaggiare? Al tempo del Covid le persone vogliono “un turismo sicuro, pulito e più sostenibile”. Per questa ragione l’Unione Europea chiede agli Stati membri di mettere in pratica dei criteri comuni per far spostare i viaggiatori in totale sicurezza. Tra questi, come riporta “Today”, ci sarebbe un protocollo Ue per la salute e la sicurezza per i test prima della partenza. La Commissione vorrebbe introdurre un sigillo di certificazione igienica Ue, volta a limitare il contagio da Covid-19 e a rilanciare un settore fermo da mesi.

leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 23.696 nuovi casi e 460 morti, +32 in intensiva

estate 2021 covid

Estate 2021, i viaggi all’estero si potranno fare? Novità sul passaporto vaccinale

“Si chiede uno sforzo europeo per rilanciare il turismo nelle regioni più colpite del continente. Il certificato di vaccinazione e il sigillo sanitario sono previsti, ma quello che serve ora è un adeguato coordinamento europeo per regimi di test che non impongano costi aggiuntivi ai cittadini europei. L’UE deve accelerare con urgenza la diffusione dei vaccini in tutta Europa e mettere in atto strumenti finanziari adeguati per sostenere la transizione verde e digitale”. Queste le parole dell’europarlamentare Cláudia Monteiro de Aguiar (PPE, PT).

“Intanto il Parlamento europeo ha dato a larga maggioranza l’ok alla procedura d’urgenza al certificato verde sul Covid. Il pass digitale proposto da Bruxelles che verrebbe concesso a chi si è vaccinato, o ha effettuato un test molecolare poco prima della partenza con esito negativo, o è guarito dal Covid da non più di 6 mesi. Ma la proposta, che ha avuto il pieno appoggio di tutti i partiti italiani dell’Eurocamera, dal Pd alla Lega passando per FdI, non è piaciuta ai fuoriusciti del M5s”, racconta EuropaToday.

estate 2021 covid

Cos’è il Green Pass?

Green Pass o Certificato verde digitale cos’è? È il passaporto vaccinale europeo: un documento sanitario comune a tutti gli Stati membri che servirà a dimostrare l’avvenuta vaccinazione contro il Coronavirus, la testata negatività da tampone o la guarigione dal virus. Come annunciato dalla Commissione Ue, il pass sarà disponibile gratuitamente in formato digitale o cartaceo. Il documento, come scrive “Leggo”, “coprirà tre tipi di certificati: certificati di vaccinazione, con indicazione della marca del vaccino utilizzato, data e luogo della somministrazione e numero di dosi ricevute; certificato di test negativo (antigenico o PCR)”.

Il pass sarà rilasciato ai cittadini Ue e ai loro familiari e sarà valido in tutti i Paesi dell’Unione europea, più Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Di recente il ministero dell’Interno ha specificato che al momento è consentito viaggiare per motivi di turismo verso i Paesi inclusi nell’elenco C del Dpcm del 2 marzo 2021 (in vigore fino a dopo Pasqua). Leggi anche —> Cambio colore regioni, Lazio verso l’arancione, stabile la Lombardia: le nuove previsioni

Giallo rafforzato regole

“Giallo rafforzato”, nuovo colore per le regioni: cosa si può fare e da quando

Cos’è il CBD e come funziona