in

Famiglia in quarantena finisce i soldi per la spesa: vanno a prelevare i Carabinieri

A Napoli, una famiglia che è in quarantena da Covid, dopo 15 giorni di confinamento finisce i contanti previsti per fare la spesa che arriva a domicilio. Disperati, comunicano la loro situazione ai Carabinieri. L’Arma si assume la responsabilità di aiutare la famiglia e prende iniziativa andando a prelevare il denaro al bancomat per loro.

>> Rocco Siffredi positivo al Covid: contagiata anche tutta la famiglia?

Spesa Covid

La storia

A Capodimonte, un comune nella zona collinare di Napoli, c’è una famiglia che è confinata a casa da 15 giorni a causa dell’imposizione di quarantena da Covid. Il nucleo famigliare è composto dal padre di 71 anni, dalla madre di 65 e la figlia. Hanno contratto il virus e sono in attesa del secondo tampone. Fino ad allora sono costretti a stare in casa e non possono quindi uscire. La famiglia, risultata positiva al Covid all’improvviso si è dovuta mettere in isolamento immediato e non è riuscita a prelevare grosse somme di denaro allo sportello del bancomat. L’errore, compiuto inconsciamente, derivava dal fatto che forse i tre contagiati credevano e, speravano, di uscire di casa presto e quindi risultare positivi dopo qualche giorno.

Così però non è stato e quindi dopo 15 giorni la famiglia si è trovata ancora in quarantena obbligatoria in casa e i soldi dedicati alla spesa erano ormai esauriti. Durante il periodo di isolamento hanno chiesto ai negozianti limitrofi di consegnare la spesa direttamente a casa e a debita distanza. Ma, quando sono mancate le liquidità non hanno più potuto farsi arrivare la spesa a domicilio.

Carabinieri Covid

I Carabinieri si offrono volontari per andare al bancomat

Disperato, il padre di famiglia, dopo 15 giorni di isolamento e i soldi nel portafoglio finiti si mette in contatto con l’Arma dei Carabinieri di Capodimonte per chiedere aiuto. Il Comandante dopo aver capito la situazione della famiglia non ha esitato a proporre una soluzione. Un accordo che potessero soddisfare le richieste della famiglia e rispettare le norme anti-contagio previste dal Governo. Il Militare destinato si è quindi recato a casa della famiglia in questione e, con le dovute precauzioni, ha  preso la carta del bancomat. Successivamente ha prelevato la somma richiesta e ha consegnato il denaro ai rispettivi proprietari. In questo modo la famiglia riuscirà a sostenere altre spese fino all’esito negativo del prossimo tampone previsto a giorni. >> tutte le notizie di Urbanpost

L’ultima tesi dei negazionisti: le ambulanze girano a vuoto per seminare il panico

Covid, il bollettino di oggi: 30.550 nuovi casi, il 14,4% dei tamponi eseguiti