in

Luca Argentero e Cristina Marino, violata la privacy della figlia: «Siamo indignati, schifati e rammaricati»

È uno sfogo amaro quello che Luca Argentero e Cristina Marino affidano ai social dopo aver visto violata la privacy della loro figlia Nina. Nata lo scorso maggio, la piccola era stata preservata da ogni apparizione pubblica finché alcuni settimanali non ne hanno divulgato le foto. Un gesto “molto spiacevole che ci fa essere schifati e indignati”: così i genitori di Nina si sono espressi su Instagram tramite inusuali storie di coppia condivise sull’account social di Cristina.

Leggi anche >> Jessica Antonini e Davide ne “Il piacere di osare”: intrepidi in versione ‘50 sfumature’

figlia luca argentero

Figlia Luca Argentero e Cristina Marino: ‘schiaffata sulle pagine della rivista’

“Nina è stata esposta in modo irresponsabile, – hanno affermato amareggiati Luca e Cristinaschiaffata sulle pagine della rivista. Lo sappiamo che ci sono cose più gravi in questo momento ma a noi questo tocca da vicino, perché non è quello che volevamo”. “Soprattutto – ha incalzato la Marino accendendo un po’ i toni – avevamo deciso di fare un po’ come ca**o ci pare in qualità di madre e padre. Di fare in modo giusto e idoneo con l’immagine di nostra figlia. Non bastano due pixellini sul viso per non rendere riconoscibile un minore. Nostra figlia in queste foto si vede bene. Ci sentiamo privati del diritto di decidere se pubblicare le immagini di nostra figlia o no”.

figlia luca argentero

“Siamo indignati, schifati e rammaricati di come la parola ‘rispetto’ venga a mancare davanti al denaro”

“Ora capiamo – hanno poi proseguito facendo riferimento ad altre coppie di genitori ‘Vip’ – come mai tanti personaggi pubblici scelgono di pubblicare le foto dei loro figli. Forse per evitare un accanimento. E quindi, vi presentiamo la piccola Nina sperando che vi venga voglia di comprare una copia in meno e che ci sia meno speculazione”. Con la bimba sulle gambe di papà Luca, le storie di casa Argentero-Marino si esauriscono ma il concetto resta impresso nero su bianco in un post tradizionale su entrambi gli account dei genitori.

“Siamo indignati, schifati e rammaricati – scrivono entrambi – di come la parola ‘rispetto’ venga a mancare davanti al denaro. Siamo disgustati nel vedere come i direttori di due giornali permettano che la faccia di una neonata venga pubblicata… è immorale venire meno alla volontà di un genitore, è in altrettanto modo illegale postare il viso riconoscibile di un minore… Io e la mia compagna avevamo deciso di tutelare la cosa più preziosa che abbiamo. Siamo sicuri che l’avidità e la superficialità verranno punite nelle giuste sedi!”. >> “Detto Fatto” Bianca Guaccero assente: la conduttrice in quarantena preventiva

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Argentero (@lucaargentero) in data:

Nizza attacco

Nizza attacco terroristico, la donna colpita prima di morire: «Dite ai miei figli che li amo»

Dayane Mello

Dayane Mello infanzia dura: «Mia madre si prostituiva, il suo compagno ha picchiato anche me»