in

Nardi “stoccata” a Signorini: «Limonare sì, il resto no?», perché era assente a Capodanno

Assente al party di Capodanno organizzato quest’anno dal “Grande Fratello Vip” Filippo Nardi, eliminato dalla Casa settimane fa con l’accusa di «sessismo». A spiegare il motivo della sua mancata partecipazione lo stesso ex gieffino, che ha colto l’occasione, replicando ad un utente, che domandava come mai mancassero in studio sia lui che l’ex della Ventura, Stefano Bettarini.

leggi anche l’articolo —> Filippo Nardi accusa choc: «Con mia moglie…», ex concorrente del GF tira fuori tutto

Filippo Nardi

Filippo Nardi “stoccata” a Signorini: «Limonare sì, il resto no?», perché era assente a Capodanno

Tanti gli ospiti in studio al “veglione” di Capodanno, in onda su Canale 5, festeggiato nella Casa del “Grande Fratello Vip”. Assente Filippo Nardi, che ha motivato la sua non presenza al programma condotto da Alfonso Signorini: «Non sono stato invitato», ha postato sui social l’inglese, rispondendo ad un utente, che domandava come mai mancassero lui e Bettarini. Quest’ultimo squalificato per una presunta bestemmia ha postato un duro messaggio. E Nardi è dalla sua parte. Sotto uno degli ultimi post su Instagram, in cui Bettarini si è lamentato della mancata espulsione della De Grenet, che avrebbe usato parole forti nei confronti di Stefania Orlando, Nardi ha lasciato un commento al veleno. «Il contratto dice che un’eliminazione è valida per ‘un comportamento fuori dallo spirito del gioco’, ovviamente deciso da loro, purtroppo nessuno precisa cosa sarebbe esattamente lo spirito del gioco. Quindi ridere, piangere e limonare sembrerebbe lo spirito del gioco, litigare ed ironizzare no… boh? Peccato, mi stavo divertendo!», ha tuonato l’ex gieffino.

Contro il programma anche Stefano Bettarini

«Bene, passare dove l’acqua è più bassa, non fa vincere agli occhi delle persone intelligenti! Il Popolo resta e resterà “Sovrano“. E poi, da che mondo e mondo… l’acqua cheta, rovina i ponti», aveva scritto Bettarini, che è rimasto parecchio male per la squalifica sua. Ma neppure Nardi sembra averla presa troppo con serenità: questi sostiene che le frasi incriminate sul “teabagging” fossero dettate dall’humor inglese che lo contraddistingue, non dal sessismo a lui imputato. Leggi anche l’articolo —> Filippo Nardi sigarette, un tranello dietro lo sfogo? La verità dopo 19 anni

cartelle esattoriali

Tasse e Fisco, 50 milioni di cartelle esattoriali in arrivo: il «buon anno» del governo agli Italiani

franco colleoni

Franco Colleoni (Lega) ucciso in casa, il sindaco di Dalmine: «Una scena agghiacciante»