in

Gianni Morandi distribuisce il pranzo ai poveri: «Non faccio nulla di eroico. Mi fa piacere essere qua»

Armato di mascherina e guanti bianchi, Gianni Morandi il 19 dicembre 2020, si è presentato alle Cucine Popolari di Bologna per il tradizionale pranzo di Natale per i poveri e le persone sole. Quest’anno, per il rispetto delle regole anti-Covid19, i pasti caldi sono stati consegnati solo per l’asporto. Non c’era la possibilità di consumarli nella mensa. Gianni Morandi ha distribuito così il pranzo ai più bisognosi insieme ad Alessandro Bergonzoni e all’Arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi. Un semplice gesto quello del cantante che ha scaldato però il cuore di moltissime persone, soprattutto in questo difficile periodo.

Leggi anche –> Gianni Morandi compleanno, l’eterno ragazzo compie 76 anni

Gianni Morandi distribuisce il pranzo ai poveri

Gianni Morandi ha distribuito il pranzo ai poveri, riunitesi presso le Cucine Popolari di Bologna. Un gesto molto semplice che però non è passato inosservato. Il cantante ha raccontato questa esperienza ai microfoni di èTv-Rete7 (vai al video): «Siamo qui senza fare niente di eroico, niente di speciale. Ci fa piacere essere qua. Stiamo cercando di essere un po’ vicini a queste persone che sono veramente sole. Già è un Natale difficile, quest’anno ancora di più. Quindi ci fa piacere stare qui, ci sentiamo meglio anche noi. Sarà un Natale diverso dagli altri. Non possiamo ricongiungerci con tutta la famiglia. Però avremo altri momenti per stare insieme». Poi ha aggiunto: «Secondo me dobbiamo pensare che la prima cosa da combattere è questo Covid. Secondo me Gesù bambino ci perdonerà per non essere come gli altri anni. Mi dispiace un po’ per tutti».

Gianni Morandi distribuisce il pranzo ai poveri

Il suo Natale 2020

L’immagine di Gianni Morandi che distribuisce il pranzo ai poveri ha emozionato i suoi fan. In molti si stanno chiedendo come trascorrerà lui le feste. Gianni Morandi, durante una lunga intervista a Il Resto del Carlino, ha parlato del suo Natale 2020: «Guarda, non mi sembra neanche vero. Io sono abituato che a Natale vedo nipoti, parenti, figli. Per un giorno all’anno ci si ritrova, famiglie allargate. La scusa per vedersi, quella dalla quale non puoi scappare, è questa. A me manca». Poi si è rivolto direttamente alla sua Bologna: «Di rimanere così e continuare ad essere ospitale, neri, bianchi, rossi o gialli che siano». Dunque, anche per il noto cantante sarà un Natale diverso che non dimenticherà mai. >> Altri Gossip  

Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini

Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini figli: il loro secondo nome è davvero originale

GFVip 5, Giulia Salemi insultata dagli haters appostati fuori dalla casa: colpa del feeling con Pretelli