in

Giorgia Meloni in copertina su “Novella 2000”, sirena tricolore: difetto balza all’occhio

«La sirena tricolore», così titola Novella 2000, che ha dedicato la copertina dell’ultimo numero, in edicola dal 12 agosto 2020, a Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. Sul settimanale, la politica romana è stata immortalata con addosso un costume da bagno tricolore. Eh già, la Meloni non perde occasione per dare sfoggio della sua indole sovranista. Sorridente, luminosa, serena con lo smartphone in mano, la 43enne si mostra in una veste del tutto inedita. Potremmo dire “esclusiva”, proprio come il servizio apparso sul giornale diretto da Roberto Alessi.

leggi anche l’articolo —> Giuseppe Conte al mare: le foto in spiaggia “pagate a peso d’oro” con la sua Olivia Paladino

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni Novella 2000 copertina in costume, “sirena tricolore”: difetto balza all’occhio

Giorgia Meloni in copertina come “una diva”. La leader di Fratelli di Italia si è lasciata fotografare in un costume verde, bianco e rosso, i colori della nostra amata bandiera. In passato a conquistare le prime pagine dei settimanali anche altri personaggi del mondo della politica: nel 2014 lo stesso capo leghista Matteo Salvini era apparso sulla copertina di Oggi; l’anno prima era stata la volta dell’ex esponente del Pd, ora alla guida di Italia Viva, Matteo Renzi, che era stato protagonista della cover di Chi. Come si sarà trovata Giorgia Meloni nei panni di modella? Uno scatto che suona come un inno all’italianità. La ragione della foto inaspettata? Forse i sondaggi favorevoli delle ultime settimane, che la danno come la leader più gradita. La sua percentuale di fiducia è balzata alle stelle, come pure quella del suo partito. Secondo l’ultima supermedia Youtrend, il partito suo avrebbe superato ormai il 15%. Fratelli d’Italia è a nove punti dalla Lega, primo partito del Paese.

Giorgia Meloni

Tintarella inesistente: troppo lavoro per la leader di Fratelli di Italia?

La leader di Fratelli di Italia mette in mostra su ‘Novella 2000’ il suo corpo ben curato. Difetti? Beh, se proprio volessimo trovarne uno sarebbe la tintarella inesistente. Dell’abbronzatura non c’è traccia, ma la si perdona, o no? Avendo lavorato tanto la Meloni non deve aver avuto il tempo di andare al mare e concedersi bagni di sole. Un dettaglio quest’ultimo quindi che la rende ancora più amabile agli occhi degli elettori, stanchi di vedere i politici in costume in posti esclusivi. Leggi anche l’articolo —> Giorgia Meloni contro Travaglio e “Il Fatto Quotidiano”: «Avete capito, sì, come funziona?»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

speranza

Coronavirus rientri dall’estero, Speranza: «Tre le ipotesi in campo», scontro sul vaccino

Tragedia Valmalenco

Frana il monte in Valmalenco, Sondrio: chi sono le tre vittime