in

Giovanna Botteri giornalista dell’anno: la confessione straziante a ‘Ruota Libera’ su Ilaria Alpi

Ospite della trasmissione a “Ruota libera” su Raiuno Giovanna Botteri, ex inviata di guerra, che ha da poco vinto il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo. Ha raccontato 25 anni di conflitti sparsi nel mondo, da quello in Bosnia a quello in Iraq. Recentemente ha tenuto informati gli Italiani sull’epidemia di Coronavirus scoppiata a Pechino, in Cina, e diffusasi poi nel mondo. Da Francesca Fialdini Giovanna Botteri ha voluto ricordare una sua cara amica e collega: la giornalista Ilaria Alpi, assassinata in Somalia assieme all’operatore Miran Hrovatin nel 1994.

leggi anche l’articolo —> Giovanna Botteri: «A Baghdad le mamme davano valium ai bambini: giocare all’aperto vuol dire bombe»

Giovanna Botteri

Giovanna Botteri giornalista dell’anno: la confessione straziante a ‘Ruota Libera’ su Ilaria Alpi

«Siamo partite contemporaneamente, lei per la Somalia io per la Bosnia. Quando l’ho saputo è stato devastante, ho attraversato tutta la ex Jugoslavia in macchina per ritornare in Italia e saperne di più», ha ricordato Giovanna Botteri visibilmente commossa. A proposito della scomparsa dell’amica Ilaria Alpi, Giovanna Botteri ha anche al pubblico confidato un altro aneddoto: all’epoca la figlia Sara andava all’asilo e in un primo momento circolavano voci che potesse essere proprio lei la vittima: «In quel momento lei si ritrovò per la prima volta a contatto con la morte», ha dichiarato l’inviata Rai. Le notizie allora erano parecchio frammentate: ai notiziari tutto era incerto.

Giovanna Botteri

«Raccontare e vivere la pandemia è stata un’esperienza terribile», le dichiarazioni toccanti dell’inviata Rai

Qualche considerazioni poi sul Coronavirus e suoi drammatici effetti«Raccontare e vivere la pandemia è stata un’esperienza terribile, ho dovuto parlare al mio paese con due mesi di anticipo di quello che sarebbe poi successo anche in Italia: i contagi, i morti, il lockdown, lo spettacolo spettrale di Pechino, una città da 24 milioni di abitanti che all’imbrunire si svuotava per il coprifuoco», ha spiegato Giovanna Botteri. La corrispondente Rai, da sempre apprezzata dal grande pubblico per la sua professionalità, ha ottenuto il riconoscimento di ‘giornalista  dell’anno’ del Premio Ischia 2020. Una decisione presa dalla giuria, presieduta da Giulio Anselmi, presidente dell’agenzia Ansa. Leggi anche l’articolo —> 20 marzo 1994: muore Ilaria Alpi, la giornalista italiana assassinata in Somalia

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Diletta Leotta Instagram

Diletta Leotta Instagram, irresistibile durante la lezione di wakesurf: «Promossa a pieni voti!»

Justine Mattera

Justine Mattera Instagram, foto super per l’inizio della scuola: «Mi sarei fatto bocciare ogni anno»