in

Governo Draghi quanto durerà? «Finché non…», la profezia “agghiacciante” di Vittorio Feltri

Dovrebbe essere la giornata decisiva per le sorti politiche del nostro paese. Con buona probabilità Mario Draghi dovrebbe ascendere al Quirinale per sciogliere la riserva dopo avere incassato un’ampia maggioranza in Parlamento (ha sul serio l’imbarazzo della scelta) e indicare la lista dei suoi ministri. Tutto resta top secret: nulla si sa sulla squadra del nuovo esecutivo. Ma la domanda che pure tanti si pongono è “quanto durerà il governo?”. Su “Libero Quotidiano” la profezia agghiacciante di Vittorio Feltri.

leggi anche l’articolo —> “Stasera Italia”, Vittorio Feltri sconvolge la Palombelli: «Chi vorrei al governo? Hitler»

feltri draghi

Governo Draghi quanto durerà? «Finché non…», la profezia “agghiacciante” di Vittorio Feltri

Il giornalista bergamasco ha detto la sua attraverso i social. Un cinguettio che hanno rilanciato proprio sul suo quotidiano: “Secondo Vittorio Feltri, non vale la pena stare a spendersi in pronostici su quanto durerà il nascente governo. Il direttore di Libero lo dice chiaro e tondo, senza troppi giri di parole, direttamente su Twitter: “Tutti si chiedono quanto durerà il governo Draghi – premette -. Durerà finché il premier non si romperà i cogl*** di questi partiti”. Sull’operato di Draghi Feltri si era speso in una lettera aperta pubblicata qualche giorno fa, in cui il giornalista si era permesso di spendere qualche consiglio. Per lui la priorità andrebbe data al vaccino anti Covid.

La lettera all’ex dirigente della Bce

«Non c’è nulla di più noioso e di assurdo della politica italiana, e noi cronisti – io per primo e mi do del cretino – ne scriviamo ogni giorno come se la gente si appassionasse al tema, quando invece se ne infischia delle consultazioni, del totoministri, del Mes e del Recovery, sigle e parole di cui non afferra il vero significato», ha esordito Feltri nella lettera. Ma la “realtà è complessa e per affrontarla bisogna vederla, mentre i nostri soloni sono ciechi”, scrive Feltri. «Basti pensare che a sei mesi dalla produzione di vaccini, l’Italia è riuscita a procurarsi una quantità infinitesimale di dosi, cosicché i cittadini sono ancora costretti a subire restrizioni di tipo carcerario. Praticamente il terziario è semiparalizzato e quindi in grave perdita, poiché il popolo non è stato immunizzato. Questo è il problema», ha sottolineato il direttore nella lettera. «Si dà il caso che lo scombinato esecutivo Conte non sia stato in grado di andare sul mercato ad acquistare il prodigioso farmaco. Nel frattempo la malattia si è espansa brutalmente uccidendo migliaia di persone e pure l’economia. Pertanto ribadisco: caro Draghi, non si scervelli per approntare un programma complesso e irrealizzabile, in quanto nessuno le fornirà una mano, non per ostilità nei suoi confronti, bensì per congenita stupidità. Lei deve puntare su un unico obiettivo: trovare una marea di vaccini che restituisca alla salute il suo primato», ha concluso Feltri. Leggi anche l’articolo —> Sondaggi, la maggioranza che sostiene il governo Draghi piace solo al 4% degli italiani

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Trend del 2021, lockdown e limitazioni hanno cambiato abitudini di consumo

La pupa e il secchione

“La Pupa e il Secchione”, scoppia la passione in villa: una coppia fa sognare i telespettatori