in

Londra zero decessi per Covid dopo sei mesi: inizia l’allentamento delle misure

Gran Bretagna covid. La terra di Johnson sta tornando a respirare. Per la prima volta in sei mesi, Londra registra zero morti, e sebbene uscire dal lockdown resti un processo graduale da affrontare con cautela, a partire da oggi si può dire che gli inglesi siano un po’ più liberi. La riapertura delle scuole è avvenuta già a inizio mese, e ora è tempo di ripristinare la “regola dei 6”, che consente di incontrarsi con nuclei familiari diversi dal proprio, anche se sempre in modo ristretto. Inoltre, da oggi, possono riprendere anche le attività sportive individuali da svolgere all’aperto come il tennis. Insomma: è iniziato il cammino verso la normalità. 

Variante inglese Covid letalità

Gran Bretagna covid, verso l’allentamento delle misure

Ancora, a causa del covid, in Gran Bretagna rimangono chiusi i negozi non essenziali, i pub, i ristoranti, i cinema, i teatri, le piscine e i luoghi di intrattenimento. La lotta non è finita, ma grazie alle restrizioni e alla campagna vaccinale di successo il Regno Unito ha iniziato ad allentare le misure restrittive anti contagio. Bisognerà aspettare il 12 aprile per rivedere i parrucchieri aperti e, se i dati lo permetteranno, la stessa data permetterà anche a pub e ristoranti di rincominciare a lavorare all’aperto. Cinema, teatri e locali d’intrattenimento, invece, dovranno attendere ancora almeno un’altro mese e mezzo, fino a metà maggio. Per quanto riguarda invece i viaggi internazionali, l’attività alberghiera e gli eventi pubblici collettivi, poi, se ne discuterà non prima del 21 giugno.

In Gran Bretagna, a oggi, sono state somministrate quasi 34 milioni di dosi di vaccino anti covid. Di queste, oltre 30 milioni di persone sono state sottoposte alla prima iniezione, e più di 3,5 milioni hanno già effettuato anche il richiamo. I numeri, poi, dimostrano che i contagi sono al livello più basso degli ultimi sei mesi, e ieri Londra non ha registrato alcun decesso. Questo dimostra quanto una campagna vaccinale condotta in tempi ristretti possa influire sull’andamento della pandemia, anche se viene somministrata una dose soltanto. Secondo alcuni ricercatori britannici, infatti, c’è una riduzione del 62% di tutti i contagi, anche quelli lievi, persino tra le persone più vulnerabili nelle case di riposo.

“I nostri dati suggeriscono che entrambi i vaccini, Pfizer e AstraZeneca, sono efficaci anche tra le persone più fragili e più anziane” già con la prima iniezione. Lo ha dichiarato la dottoressa Maddie Shrotri, una delle responsabili della ricerca.

ARTICOLO | Coronavirus, Cartabellotta (Gimbe): “In calo Rt e nuovi casi, ora il problema principale è il sovraccarico ospedaliero”

ARTICOLO | Covid, lo studio di Crisanti sugli anticorpi: «Durano fino a 10 mesi»

Gran Bretagna covid

Gran Bretagna covid, a Londra zero morti

Secondo quanto riportato dalla Bbc, quindi, Londra ha registrato zero morti per la prima volta negli ultimi sei mesi. Per un lungo periodo Londra è stata il fulcro dell’epidemia inglese, arrivando a registrare circa 230 decessi giornalieri e circa il 12% dei morti totali. “E’ un traguardo fantastico, ma siamo molto lontani dal tornare alla normalità”, ha sottolineato però un medico all’emittente britannica. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Covid, oggi 12.916 nuovi casi ma nuovo balzo in avanti dei decessi (417): il bollettino

Iva Zanicchi

Dove abita Iva Zanicchi? Le immagini della magnifica villetta in Brianza