in

Green pass per matrimoni e vacanze: come funziona e come richiederlo

Con l’approvazione del nuovo decreto Covid entreranno in vigore da oggi le novità che riguardano il Green pass. Il Green pass è una misura chiave che definisce le regole da seguire per organizzare matrimoni e vacanze. Vediamo insieme come funziona il pass vaccinale. Come faccio a richiederlo? Quali sono le novità introdotte dal nuovo decreto Covid?

green pass per matrimoni e vacanze

Green pass matrimoni e vacanze: come funziona

Innanzitutto per ottenere il pass vaccinale bisogna aver ricevuto il vaccino anti-Covid. In alternativa bisogna effettuare un tampone nelle 48 ore prima con un esito negativo, oppure essere guariti dalla malattia. Il green pass permette a tutti coloro che ne hanno il possesso di spostarsi anche in zone rosse e arancioni.

Il green pass è stato introdotto lo scorso 26 aprile e il nuovo decreto ha chiarito alcuni dettagli. La prima novità riguarda chi ha ricevuto il vaccino. Chi è stato vaccinato potrà ottenere il pass, che avrà validità di 9 mesi. Prima in questo caso valeva soltanto 6 mesi. Inoltre già chi ha ricevuto la prima dose del siero anti-Covid potrà richiedere il green pass che sarà valido dopo 15 giorni dalla prima dose. Di solito il richiamo per chi ha ricevuto AstraZeneca avviene dopo 10-12 settimane, e 5-6 per chi ha usato Moderna e Pfizer. In questo modo i soggetti vaccinati saranno più liberi di muoversi.

ARTICOLO | Covid, Figliuolo: «Prenotare le vacanze in base all’appuntamento vaccinale»

ARTICOLO | Il sindacato dei locali da ballo: “Il governo deve spiegarci perché dobbiamo rimanere ancora chiusi”

estate 2021 Covid

Green pass per matrimoni e vacanze: come richiederlo

Secondo quanto deciso con il nuovo decreto dal 15 giugno si potranno celebrare i matrimoni con feste e banchetti ma solo se i partecipanti possiedono il green pass. Il certificato verde è un punto chiave anche per quanto riguarda le vacanze. Attualmente è valido solo sul territorio nazionale ma più avanti entrerà in vigore anche il green pass europeo. Per ora per spostarsi all’estero bisogna verificare le regole di ogni stato.

Una volta effettuato il vaccino l’operatore provvederà a consegnare il certificato vaccinale che potrà essere esibito come pass vaccinale. Inoltre potremo trovare il certificato elettronico anche sul nostro fascicolo elettronico ed eventualmente stamparlo. Per chi invece deve sottoporsi al tampone, la struttura presso la quale avviene il test fornirà un documento cartaceo con l’esito del tampone. Infine chi è guarito dal Covid potrà richiedere un certificato al proprio medico curante. In futuro probabilmente verrà introdotta una tessera digitale nel che conterrà tutti i documenti sanitari.>>Tutte le notizie

Alfonso Signorini

Alfonso Signorini sparito dalla tv dopo il “GF Vip”, cosa c’è dietro: il vero motivo

Comunali Roma: contro Raggi e Bertolaso Gualtieri rischia di non arrivare al ballottaggio