in

Dal green pass in aerei, navi e treni al vaccino a scuola: le ipotesi al vaglio del Governo

Il prossimo martedì o mercoledì si riunirà la cabina di regia per prendere alcune decisioni in vista dell’aumento di contagi da coronavirus. Alcune novità sono già pronte per essere applicate. Stiamo parlando dell’entrata in vigore del green pass il prossimo 6 agosto. Dal prossimo venerdì bisognerà avere il certificato verde per le attività al chiuso, ristoranti compresi. Resta ancora da decidere come procedere con il discorso scuola e come organizzare un eventuale green pass nei trasporti.

Green pass trasporti

Green pass trasporti: in quali mezzi sarà necessario

Green pass solo per navi, aerei e treni a lunga percorrenza: questa ad oggi la proposta più gettonata. Niente certificato invece sui mezzi pubblici locali. Resta ancora da decidere la data in cui scatterà l’obbligo. Le Regioni intanto premono perché le misure siano meno restrittive possibile per evitare un ulteriore blocco delle attività. Pierpaolo Sileri ha proposto che i ristoranti negli alberghi siano liberi dal green pass e ha aggiunto che le decisioni verranno prese a seconda dell’andamento dei contagi. Le regioni inoltre hanno chiesto un potenziamento dei mezzi pubblici. In particolare il piano sarebbe quello di aumentare le corse per garantire il distanziamento sociale su metro e autobus.

ARTICOLO | In piazza contro il green pass, manifestanti gridano: “Liberi di scegliere”

ARTICOLO | Green pass nei mezzi di trasporto: le regole per viaggiare in bus, aereo, treno e nave

terza dose Pfizer

Vaccino a scuola

Un altro nodo da sciogliere è quello che riguarda la scuola. Mercoledì prossimo le Regioni avranno modo di presentare il loro piano scuola. Quello statale comprende le lezioni rigorosamente in presenza e la sensibilizzazione alla campagna vaccinale. Restano obbligatorie le mascherine, ma non il distanziamento. Più delicato invece il tema dei vaccini. Non avendo la possibilità di imporre l’obbligo vaccinale, il Governo spera piuttosto che il personale docente faccia spontaneamente il vaccino. Le vaccinazioni degli insegnanti in realtà è dell’85% e il Governo spera di superare la quota del 90% entro il 20 agosto. In stand-by quindi per ora l’obbligo vaccinale per i professori.
Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ha portato la proposta di vaccinare i ragazzi nelle scuole, al Commissario per l’Emergenza Figliuolo. “Credo che all’interno dei nostri complessi scolastici bisogna prevederlo. Tra l’altro qualche anno fa nelle nostre scuole già si vaccinava e questo lo si potrebbe fare dal 30 di agosto al 15 settembre”. Un’altra ipotesi è quella id imporre la Dad ai non vaccinati, qualora uno studente risultasse positivo all’interno di una classe.>>Tutte le notizie

jacobs tamberi

Jacobs e Tamberi, l’abbraccio in pista unisce l’Italia: gli azzurri avvolti nel tricolore

Sara Pedri, arrivano i Nas nel reparto di ginecologia del Santa Chiara: si cercano prove del presunto clima vessatorio