in

Grottammare, drammatico incidente sull’A14: due morti e un ferito grave

28 giugno 2021 – Incidente tra Grottammare e San Benedetto del Tronto in A14. Giornata nera per le autostrade italiane: sull’A14, tre mezzi pesanti sono rimasti coinvolti in un incidente. Uno dei mezzi ha preso fuoco, e sono ancora in corso le operazioni dei Vigili del Fuoco per lo spegnimento dell’incendio. Sul luogo dell’incidente anche un’elisoccorso. Tratto chiuso in direzione Nord.

ARTICOLO | Ladispoli, grave schianto sull’Aurelia: un morto e tre feriti

ARTICOLO | Incidente stradale tra Putignano e Gioia del Colle: due le vittime nel frontale

Milano bimbo soffoca

Incidente in A14 a Grottammare

Sono due le vittime dello scontro tra tre tir sull’A14, tra Grottammare e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). Una terza persona gravemente ferita è stata trasportata all’ospedale Torrette di Ancona in eliambulanza. L’incidente ha visto il coinvolgimento di tre mezzi pesanti, uno dei quali ha preso fuoco. Sul posto sono intervenuti in codice rosso i sanitari del 118 a bordo di un’ambulanza e i Vigili del Fuoco di San Benedetto. Completamente bloccato il traffico nel tratto grottammarese dell’autostrada: si registrano al momento 3 km di coda. Per prevenire ulteriori situazioni di malessere e disagi, è in corso la distribuzione dell’acqua agli utenti fermi in coda sotto il caldo cocente di queste ore.

incidente a14 grottammare

Consigli per la viabilità

“Chi viaggia in direzione di Bologna dovrà uscire obbligatoriamente a San Benedetto del Tronto, si consiglia di anticipare l’uscita a Val Vibrata, dopo aver percorso la Statale 16 Adriatica si può rientrare in autostrada all’altezza di Grottammare”, consiglia la Società Autostrade in una nota. Immagine di Riviera Oggi. >> Tutte le news di UrbanPost

sondaggi politici oggi ipsos 28 giugno 2021

Sondaggi: il declino prosegue ma la Lega resta primo partito, M5S e Pd in recupero

Gianluca Vialli Roberto Mancini abbraccio

Roberto Mancini e Gianluca Vialli, l’abbraccio simbolo di Euro2020: un’amicizia che vale più di mille trofei