in

L’Italia torna in zona rossa: cosa si può fare per la vigilia di Capodanno

Oggi, 31 dicembre 2020, torna a cambiare il colore del giorno nel “calendario” disegnato dall’ultimo Dpcm. Il 31 e poi l’1, 2, 3, 5 e 6 gennaio l’Italia torna zona rossa. Solamente lunedì 4 gennaio l’Italia sarà zona arancione, con la possibilità di circolare nel proprio Comune. Ecco cosa cambia e cosa è consentito fare il giorno della vigilia di Capodanno.

>> Zona rossa dopo il 7 gennaio, Iss: «In Calabria, Liguria e Veneto mantenere le restrizioni»

capodanno zona rossa

L’Italia torna in zona rossa

Le regole anti-Coronavirus tornano a cambiare: l’ultimo giorno del 2020, e poi 1, 2, 3, 5 e 6, vediamo una rigida stretta sugli spostamenti ma anche sull’apertura delle attività. Da oggi non si potrà uscire di cassa se non per comprovate necessità di lavoro, salute o urgenze. L’autocertificazione sarà sempre necessaria se si esce di casa. Incluso il caso delle deroghe previste dal decreto: anche per andare a trovare amici e parenti è necessario registrare lo spostamento sull’autocertificazione. Attenzione: è consentito solo uno spostamento al giorno, verso una sola abitazione, e al massimo due persone.

In zona rossa è prevista anche la chiusura al pubblico di bar e ristoranti, i quali potranno lavorare solo con i servizi d’asporto o consegna a domicilio. Moltissime attività che erano aperte in zona arancione tornano a chiudere. Restano in attività gli esercizi commerciali essenziali: supermercati, alimentari, farmacie, tabacchi ed edicole.

Regole per la notte di Capodanno

Per il Capodanno le regole si sono irrigidite. Le limitazioni sugli spostamenti implicano che non sarà consentito organizzare feste in casa con più di due ospiti conviventi. Anche il coprifuoco ha subito variazioni. La mattina del 1° gennaio, il coprifuoco non sarà alle 5 come d’abitudine, ma alle 7.

Controlli a Capodanno

Essendo un prefestivo e la giornata di festeggiamenti per eccellenza, il 31 dicembre vedrà in azione un numero maggiore di controlli per i veglioni “clandestini”. L’obiettivo è scoraggiare ed evitare assembramenti pericolosi per la salute pubblica. I controlli stradali saranno più mirati e continueranno ad intensificarsi su strade ed autostrade durante la giornata. Una grande attenzione sarà rivolta alle automobili con più di due persone a bordo. Contrariamente a quanto successo a Natale, festività che generalmente si passa in famiglia, il rischio è che siano gruppi di amici e conoscenti a ritrovarsi per festeggiare. Controlli serrati anche sui locali chiusi, che potrebbero essere riaperti per ritrovamenti illegali. I controlli delle forze dell’ordine si stanno concentrando non solo sugli spostamenti, ma anche e soprattutto sui social media. E’ in gruppi Telegram o Whatsapp, o sul web, che le forze dell’ordine tentano di rintracciare eventi sospetti. >> Tutte le news 

rider just eat

Battaglia vinta, dal 2021 i rider di “Just Eat” avranno un contratto di lavoro dipendente

Paola Turci e Francesca Pascale si sono lasciate

Paola Turci e Francesca Pascale si sono lasciate? La loro estate è stata bollente