in

La nuova frontiera dell’azzardo: il casino virtuale

Quali sono le ultime frontiere del gioco online? Non le elenchiamo tutte perché sarebbe troppo dispersivo e non particolarmente interessante, ma possiamo sicuramente affermare che i casinò in realtà virtuale (VR) fanno parte delle ultime innovazioni uscite sul mercato.

Gli operatori del gioco d’azzardo online cercano continuamente di sconfiggere l’agguerrita concorrenza proponendo nuovi bonus, sempre più allettanti, nuove promozioni, giochi sempre più coinvolgenti, grafiche 3D, collegamenti live con croupier in diretta streaming via webcam con immagini ad alta definizione.

Oltre a questo, quasi tutte le piattaforme di gioco online sono state adattate per il gioco anche utilizzando dispositivi mobili come smartphone e tablet e sono disponibili app gratuite.

La novità del virtuale

Tutto questo non è sufficiente, i casino online sono tanti e la guerra che combattono non permette di risparmiare colpi.
Ecco perché le case produttrici dei giochi di casinò hanno pensato di introdurre la realtà virtuale in questo mondo e di sperimentare quindi il casino in VR.

L’obiettivo è quello di attirare un pubblico sempre più giovane che può così vivere un’esperienza nuova di gioco, molto più coinvolgente e interattiva, una condizione che per molti può essere considerata addirittura migliore di quella che sperimenterebbero nella realtà di un casinò tradizionale.

Con la realtà virtuale, indossando un visore o un caschetto VR, si può simulare un ambiente determinato, in questo caso quello del casinò, e permettere al giocatore di interagire con esso come se fosse veramente presente in loco.

Caratteristiche della realtà virtuale

Negli ambienti più sofisticati e meglio progettati sono coinvolti più sensi possibili, quindi non solo la vista o l’udito, ma anche il tatto e l’olfatto, un’esperienza a 360°.
La realtà virtuale è sì utilizzata per fini di intrattenimento e divertimento come nel gioco e nei film 3D, ma trova un’applicazione molto utile soprattutto come strumento di test e di simulazione a fini di addestramento per piloti e militari.

La realtà virtuale si differenza dalla realtà aumentata in quanto quest’ultima prevede l’aggiunta di uno strato virtuale alla realtà esistente, mentre la VR è una completa ricostruzione in 3D di un ambiente.
Per poter godere di questa tecnologia bisogna dotarsi di strumenti appositi che isolano la persona dal mondo esterno e la immergono completamente nel virtuale sia per quanto riguarda l’audio sia per il video.

I primi visori VR hanno ormai 20 anni di età e da quei modelli lo sviluppo ha portato alla commercializzazione di prodotti molto più semplici da indossare, molto meno ingombranti e più performanti.
Sono già tanti i videogiocatori che li hanno acquistati o almeno provati nelle sale giochi, quindi l’estensione al mondo dell’azzardo non coglie impreparato il pubblico di riferimento.

Il futuro dei casinò virtuali

Molti esperti sostengono che i casinò virtuali possono costituire uno dei trend futuri di sviluppo del settore del gambling a livello mondiale. La sfida è particolarmente interessante in quanto prevede la prospettiva di scommettere e giocare in un ambiente nuovo, totalmente creato dalla fantasia dei produttori.

In questo casinò del futuro i giocatori interagiscono tra di loro, con i croupier e con gli strumenti di gioco come se fossero in una sala da gioco tradizionale.
Alcune aziende si sono già lanciate nell’impresa e hanno lanciato i loro casinò VR, ma il vero e proprio boom deve ancora avvenire.

Anche le maggiori software house mondiali si sono mosse per tempo fiutando l’affare. Una parte degli investimenti in nuove tecnologie di aziende come Microgaming e Netent è destinata al settore della realtà virtuale e allo sviluppo di giochi da casinò che possono sfruttare al massimo l’ambiente 3D e l’interattività.

Oltre al caschetto questi giochi prevedono il più delle volte anche l’utilizzo di smartwatch che consentono di tracciare anche i movimenti delle mani che, quindi, si possono vedere in movimento ai tavoli del casinò virtuale distribuendo e ricevendo le carte.

Alcuni di questi produttori, come Netent, puntano principalmente sulla creazione di un ambiente sonoro che consenta un’esperienza il più immersiva possibile, altri invece curano maggiormente gli aspetti interattivi.

Vista la qualità di queste aziende e la loro fama internazionale è prevedibile aspettarsi ottimi prodotti nell’immediato futuro.

Per il momento i giochi fruibili in 3D immersi nella realtà virtuale sono utilizzati perlopiù come strumento per pubblicizzare un particolare casinò e per dimostrare quanto è al passo con i tempi rispetto alla concorrenza.
Non si tratta di un fenomeno di massa e alcuni esperti dubitano che lo possa diventare anche nel futuro.

Questi detrattori puntano il dito contro il costo degli strumenti che servono per usufruire della realtà virtuale, ovvero caschetto e visore oltre che dei computer che possono supportare tale tecnologia. Il totale dell’investimento è di migliaia di euro e non può essere alla portata di tutte le tasche.

Questo aspetto, con il passare dei mesi e la progressiva diffusione dei giochi in VR, non potrà che cambiare e i prezzi non potranno che scendere permettendo a molti più appassionati di testare la nuova frontiera del gioco online.

Si può essere ottimisti sul futuro dei casinò online virtuali anche tenendo conto delle previsioni di crescita del settore della realtà virtuale in generale che entro 10 anni dovrebbe superare il fatturato dell’intero settore televisivo tradizionale.

Salvatore Parolisi scarcerato: si teme per la figlia, parla il fratello di Melania Rea

scuola concorso

Scuola concorso, accordo raggiunto: prova scritta dopo l’estate e addio alla crocette