in

Legittima difesa, Francesco Facchinetti: “Se minacci la mia famiglia ti faccio fuori”

Francesco Facchinetti legittima difesa. Il cantante e oggi anche produttore e videomaker racconta un brutto episodio che lo ha visto, suo malgrado, protagonista insieme alla sua famiglia. ”Non approvo il Far West ma se minacci la vita della mia famiglia io ti faccio fuori”. E’ quanto afferma Facchinetti sul suo profilo Instagram parlando dello shock subito in seguito a un furto avvenuto qualche mese fa nella sua villa in provincia di Como, durante le riprese della serie ‘The Facchinettis’. Le immagini del furto e il racconto del cantante sono stati trasmesse ieri su Real Time. ”La mia famiglia è la mia vita e per la mia famiglia sono pronto a donare la mia di vita. Pochi mesi fa, mi sono entrati i ladri in casa e non mi vergogno di dire che avrei ucciso per difendere le persone che amo”, scrive Facchinetti postando un foto che lo ritrae con la moglie e i due figli. (segue dopo la foto)

Legittima difesa Francesco Facchinetti: “Se entri in casa mia e minacci le persone che amo”

“Se entri in casa mia e minacci le persone che amo, io ti sparo – ribadisce su twitter – Non posso correre il rischio che succeda qualcosa a mia moglie o ai miei figli. Lo so che è un messaggio forte ma questo è il mio pensiero”. Nelle immagini trasmesse su Real Time e postate da Facchinetti sulle sue storie di instagram si vede un uomo aggirarsi per la casa al buio con una torcia in mano. “In casa mia c’è una panic room -racconta – Quando abbiamo sentito i rumori, la prima cosa che abbiamo fatto è andare lì. Quando ero giù, avevo in mano un’arma e ho cercato di dare un’arma anche a mia moglie. Per chi non ha mai sparato, prendere un’arma in mano non è una cosa semplice”.

”Ci studiavano da giorni perché sapevano esattamente cosa fare, dove andare e cosa prendere”, scrive ancora l’ex dj mostrando nuovamente le immagini del furto. Infine il cantante parla del trauma subito dalla moglie Wilma Helena Faissol: “Mia moglie sconvolta che gira per casa con un coltello in mano – scrive mostrando l’immagine – Non ha dormito per giorni e ha vomitato tutto quello che mangiava per una settimana”.

“Se il ladro entra in casa tua per rubare una tv lui sta decidendo che la sua vita vale tanto quella della tv”

E poi lancia un sondaggio: ”Che ne pensate della legittima difesa? Pensiamo al paradosso della proporzionalità: se uno entra in casa per rubare la tua tv e tu lo uccidi stai dicendo che la tua tv vale più della vita di un ladro – scrive ancora Facchinetti – quindi non è giusto vero? Ma il calcolo di cosa vale di più, la tv o la vita del ladro, non va messa nelle mani di chi ha la tv ma di chi ha la vita”.

“Se il ladro entra in casa tua per rubare una tv lui sta determinando che la sua vita vale tanto quella della tv. Lui sta rischiando la propria vita per rubare la tv. Dunque se lui perde la propria vita è stata una scelta sua perché é successo mentre tu difendevi la tua vita che è tua per diritto inalienabile – conclude- il diritto della proprietà privata che definisce il tuo spazio e che automaticamente delimita lo spazio altrui è diverso in ogni paese ma è un concetto intrinseco. Il diritto di uno finisce dove inizia quello dell’altro e
viceversa”. >> I gossip di UrbanPost

Il paradiso all'improvviso

‘Il paradiso all’improvviso’ trama, cast e curiosità: tutto sul film di Leonardo Pieraccioni

Elisabetta Gregoraci

Elisabetta Gregoraci Instagram, costume in macramè mostra: «Orgoglio calabrese? Non è tutta plastica?»