in

Ligabue 30 anni dal primo disco, svolta nel look: sui social barba bianca incolta [VIDEO]

«Ciao a tutti, oggi ricorrenza importante. Perché proprio oggi 30 anni fa usciva questo album», comincia così il breve video postato su Facebook qualche minuto fa da Luciano Ligabue, il rocker di Correggio, che festeggia oggi, lunedì 11 maggio, trent’anni di carriera. Ai numerosi follower il cantante mostra orgoglioso la copertina di ‘Ligabue’, primo disco in studio pubblicato nel 1990 dalla Warner Music Italy. Un traguardo importante, un momento speciale da condividere.

luciano ligabue

Ligabue 30 anni dal primo disco, video con la barba bianca: il cambio di look convince

«’Ligabue’, beh questo non è solo per me un album o il primo album, ma una porta che si è aperta impensabilmente 30 anni fa per permettermi di vivere questi 30 anni speciali, stupendi. Per cui non posso che ringraziarvi di cuore. In questi giorni l’emozione è tanta, è impossibile non far venire a galla dei ricordi, così tanti ricordi che popolano questi trent’anni. Per questo motivo oggi vorrei soffiare, insieme a voi, su queste trenta candeline per un compleanno che ha a che fare con un album, ma soprattutto con trent’anni meravigliosi. Grazie davvero tanto per avermeli permessi», dice visibilmente emozionato Ligabue, che si mostra ai fan con un look inedito. Barba bianca per il rocker, in genere sempre col viso pulito. La criniera da ‘leone’ l’ha abbandonata da un po’. E sembra più saggio, a dire il vero, con la barba incolta. Un dettaglio, un cambiamento di stile, che leggendo in calce ai commenti su Facebook, pare non sia dispiaciuto troppo ai fan.

L’esordio nel 1990, omaggio ai fan: «Grazie davvero per questi anni meravigliosi»

A proposito dell’album ‘Ligabue’ il cantautore aveva detto in un’intervista di qualche tempo fa rilasciata ad ‘Extra’: «Credo tuttora che il primo album di chiunque sia sempre significativo, perché è fatto con un’incoscienza che non puoi programmare, e che in seguito, inevitabilmente, perdi. Altre cose che influiscono sono la quantità solitamente ampia del repertorio nel quale si può attingere e il poco tempo a disposizione per incidere, e tutto ciò conferisce a quel disco, caratteristiche che sono, nel bene e nel male, irripetibili, ed è proprio quello che è successo a me: c’erano voglia di fare bene, fretta e inesperienza in studio, ma in sostanza mi sento dire che Ligabue, al di là della naiveté, è un debutto dotato di personalità!». Prodotto da Angelo Carrara e registrato quattro mesi prima a Milano, ‘Ligabue’ è il via ufficiale di una carriera cominciata già qualche tempo prima, in verità, con la pubblicazione di un singolo nel 1988 con gli Orazero. Ad aprire l’album d’esordio c’era Balliamo sul mondo, ancora oggi una delle canzoni più amate dal pubblico del rocker di Correggio, ma a anche brani potenti, come ‘Marlon Brando è sempre lui’, ‘Bar Mario’, ‘Bambolina e Barracuda’, ‘Sogni di rock’n’roll’. Senza contare la stupenda ‘Piccola stella senza cielo’, che ha reso Luciano Ligabue un poeta per molti di noi. Nell’olimpo dei grandi della musica leggera italiana. leggi anche l’articolo —> Ligabue malattia: l’intervento alle corde vocali, la paura di non cantare più

ligabue

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Miriana Trevisan Instagram, la camicia si apre: i seni “si toccano”, esplosione di sensualità

Grande Fratello Vip ritorno

Grande Fratello Vip, il ritorno già a ottobre: «cast ancora più famoso»