in

Luvinate alluvione, maltempo nel Varesotto: ritrovato corpo di un disperso nel torrente

Maltempo nel Varesotto, è esondato il Tinella. Situazione difficile a Luvinate, dove l’uscita dagli argini del torrente, nel corso della serata di ieri, giovedì 24 settembre, ha portato all’allagamento di alcune strade principali come via San Vito, via Postale vecchia e la stessa Provinciale. Diverse abitazioni sono rimaste senza corrente per un blackout provocato proprio dall’esondazione (parliamo di circa 400 utenze). A scopo precauzionale sono state fatte evacuare sette famiglie. Oggi le scuole rimarranno chiuse. Intervenuti sul posto tempestivamente diverse squadre dei vigili del fuoco e della Protezione Civile. Una situazione allarmante, come provano le immagini ricondivise sui social dai cittadini, che giurano di non aver visto mai niente di simile.

leggi anche l’articolo —> Antonio Logli sposa Sara Calzolaio, Bruzzone: «Festival della menzogna»

luvinate alluvione

Luvinate alluvione, maltempo nel Varesotto: ritrovato corpo di un disperso nel torrente

A partire dalle 19 il Tinella ha cominciato a fare paura: il torrente ha rotto gli argini e ha riversato un’ingente quantità d’acqua e fango sulle strade del Varesotto. L’area colpita in maniera più grave è quella di via Bertini e via Postale Vecchia. Per tutta la notte i vigili del fuoco hanno portato avanti le operazioni di ricerca di un uomo, che era uscito per praticare attività sportiva nell’area che poi è stata colpita dal temporale. A Luvinate hanno lavorato gli specialisti del S.A.F. (Speleo Alpino Fluviale) ed è stato attivato il piano provinciale di ricerca persona. Intorno alle 7,30 di stamani gli operatori hanno rinvenuto un cadavere nel torrente. Il corpo senza vita apparterrebbe ad un uomo di 61 anni e potrebbe essere proprio l’atleta che aveva lasciato casa per fare una corsa. I sopralluoghi si erano concentrati proprio in quelle zone dove l’uomo era solito allenarsi.

luvinate alluvione

Scuole chiuse, la strada diventata il letto di un fiume

Nel frattempo questa notte la Croce Rossa, la Regione, la Protezione Civile e il sindaco Alessandro Boriani hanno lavorato per organizzare i primi interventi di messa in sicurezza da attuare questa mattina. Parte delle famiglie sfollate ha trovato ospitalità da parenti e amici: per alcune si è reso necessario, invece, l’intervento del comune che ha rimediato una collocazione temporanea. Ancora sotto choc alcuni residenti di Luvinate: la massa d’acqua riversata in strada era impressionante; la carreggiata di fatto si è trasformata nel letto di un fiume. Leggi anche l’articolo —> Coronavirus Francia, record di contagi 16mila in un giorno: rischio nuovo lockdown

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Antonio Logli sposa Sara Calzolaio, Bruzzone: «Festival della menzogna»

vaticano becciu licenziato

Vaticano, Becciu “licenziato” dal Papa per i bonifici alla Coop: «Sono sconvolto e turbato!»