in

“Harry Potter e la pietra filosofale”, tutte le curiosità sul primo film della saga: da stasera la maratona Mediaset

Questa sera, 12 Novembre 2020, su Canale 5 a partire dalle 21.25 torna la tanto attesa maratona dei film su Harry Potter, il famoso maghetto nato dalla penna di J.K. Rowling. Ogni giovedì sera Mediaset manderà in onda un nuovo capitolo della saga, che farà compagnia ai fan fino al 31 dicembre 2020. Stasera i telespettatori potranno godersi dal proprio divano di casa il primo film, ovvero Harry Potter e la pietra filosofale. Harry per la prima volta conoscerà il mondo magico, dando così il via alle sue avventure all’interno della famosa scuola di Hogwarts insieme ai suoi due fedeli amici Ron Weasley ed Hermione Granger. Scopriamo ora insieme alcune curiosità sul film primo film. 

Leggi anche –> Rupert Grint diventerà papà: la fidanzata della star di Harry Potter in dolce attesa

Harry Potter e la Pietra Filosofale

Da stasera su Canale 5 la maratona di Harry Potter: ecco alcune curiosità sul primo film

Questa sera, 12 Novembre 2020, prende il via su Canale 5 la maratona di Harry Potter, che accompagnerà moltissimi fan in queste settimane fino a fine anno. Tutto ebbe inizio nel 2001, con l’uscita nelle sale cinematografiche di Harry Potter e la pietra filosofale, tratto dall’omonimo romanzo che J.K.Rowling, pubblicato in Italia nel 1998. Vediamo ora alcune curiosità sulla storia del famoso maghetto. Perchè la scrittrice ha scelto il cognome Potter? La risposta rimanda ai suoi genitori, Peter James Rowling e Anne Volant, i quali, partiti dalla famosa stazione di King’s Cross per trasferirsi a Winterburne, avevano come vicini di casa i signori “Potter”. Nella prima sequenza del film viene presentato anche il personaggio di Rubeus Hagrid, custode delle chiavi e dei luoghi  di Hogwarts. La Rowling ha dichiarato di essersi ispirata per questo personaggio ad un motociclista conosciuto per caso una sera dentro ad un pub.

Harry Potter maratona Canale 5

Harry Potter e il mistero del colore dei suoi occhi

Basta leggere il romanzo per notare che il colore degli occhi di Harry Potter non rispecchia quello descritto all’interno del romanzo. I suoi occhi sono diventati da verdi ad azzurri perchè l’attore, Daniel Radcliffe, non poteva indossare le lenti a contatto in quanto allergico. L’altro elemento caratteristico del maghetto è la cicatrice che porta sulla fronte, realizzata alla perfezione grazie al lavoro minuzioso dei truccatori. Infine, un’altra costante presente in tutti i romanzi è l’amicizia profonda e sincera tra Harry, Ron Weasley (Rupert Grint) ed Hermione Granger (Emma Watson). I tre si incontra per la prima volta proprio all’inizio di Harry Potter e la pietra filosofale sull’Hogwarts Express, il famoso treno in partenza dal binario 9¾.

Harry Potter maratona Canale 5

Cos’è la pietra filosofale?

La pietra filosofale (o pietra dei filosofi) è, secondo la leggenda, la sostanza simbolo dell’alchimia. La pietra filosofale, inoltre, sarebbe dotata di tre proprietà straordinarie: fornire un elisir di lunga vita in grado di conferire l’immortalità, far acquisire l’onniscienza, ovvero la conoscenza assoluta del passato e del futuro e del bene e del male e, infine, la possibilità idi trasmutare in oro i metalli. Dall’Egitto, la tradizione arrivò in Europa e narra che fu un francese di nome Nicolas Flamel ad avere successo, riuscendo a trasformare il piombo in oro. Proprio Flamel, nel film, chiederà a Silente di nascondere e proteggere la famosa pietra. Un amuleto che se unito alla bacchetta di sambuco e al mantello dell’invisibilità crea un “padrone della morte”, praticamente invincibile. Proprio Harry ad un certo punto della sua vita riuscirà a stringere tra le sue mani i tre famosi “doni della morte”. >> Altre curiosità sul mondo del cinema e dello spettacolo

Ponte Morandi, le intercettazioni telefoniche dimostrano che i manager conoscevano il rischio

Emilia-Romagna, nuova ordinanza Covid: le misure restrittive dal 14 novembre