in

Mario Draghi, la telefonata a De Laurentiis potrebbe costargli cara

Alle volte basta una mossa falsa a far saltare tutti i piani. Difficile dubitare di Mario Draghi, ma la sua telefonata al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis potrebbe costargli molto cara. Per esempio, l’appoggio dei tanti tifosi juventini presenti in Italia. E non solo. Eppure l’ex presidente della BCE è sempre stato così attento a ogni suo gesto, che sembra molto strano che possa non aver calcolato il rischio di una chiamata di questo tipo. Intanto, però, sicuramente si è guadagnato il lascia passare di De Laurentiis.

>> Leggi anche: Italia zona arancione, le regole da tenere a mente

Mario Draghi e la telefonata ad Aurelio De Laurentiis

Mario Draghi, di cui sono un estimatore, mi ha telefonato per farmi gli auguri di Natale“, ha dichiarato il presidente del Napoli De Laurentiis. E non finisce qui: “Draghi mi ha espresso compiacimento per la sentenza, da uomo di Stato“, ha aggiunto. Come se il posto di presidente del Consiglio, una carica di cui si parla ormai da settimane, fosse già il suo. Così, con poche semplici parole, da una parte Draghi si conquistato l’appoggio di De Laurentiis, dall’altra si è giocato quello di migliaia e migliaia di tifosi juventini. Una strana mossa, per un calcolatore dello spessore dell’ex presidente della BCE. Per una persona che quando parla sta attenta anche alle virgole.

Secondo quanto riportato da Repubblica, però, pare che Draghi e De Laurentiis siano stati compagni di scuola a Roma, e questo forse potrebbe giustificare la chiamata. Ma il gioco ne sarà valso la candela? E’ vero che tutti stanno guardando verso Draghi come al nuovo salvatore, colui che riuscirà a risollevare l’Italia dalla pandemia che l’ha letteralmente stesa. Sia economicamente parlando, che psicologicamente. Al nuovo Presidente di un “governo per la ricostruzione”. Ma il commento sui tre punti dati alla Juve… Beh. Potrebbe non essere stata la scelta più giusta in questo momento.

mario draghi

Mario Draghi a braccetto con De Laurentiis

Ovviamente, Mario Draghi non ha né smentito né confermato quanto riportato da De Laurentiis. E questo non stupisce più di tanto. Certo è che in questo modo si è dimostrato che politica e calcio, in qualche modo, vanno a braccetto. Forse, però, Draghi e De Laurentiis dovranno correre via dai tanti tifosi che non apprezzeranno questo legame… E che piuttosto che riconoscere un governo di “unità nazionale” con il Napoli, manderebbero chiunque a Palazzo Chigi. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Com’era Carlotta Dell’Isola prima del successo: ecco com’è cambiata negli anni

Il Christmas look dei più piccoli è firmato Fantaztico