in

Michele Cucuzza malattia: «Avevo gli occhi color brace, non riconoscevo più il mio corpo»

«Se c’è una parte del corpo a cui ho sempre dovuto prestare particolare attenzione, quella sono gli occhi. I miei sono estremamente delicati. Essendo miope, tra l’altro, porto le lenti a contatto fin da quando avevo 18 anni. Mi hanno sempre agevolato nel lavoro, permettendomi di vedere meglio durante i tg e di leggere i «gobbi» più facilmente», comincia così l’intervista di Michele Cucuzza ad ‘Ok Salute e benessere’. Il giornalista, reduce dalla fortunata esperienza del ‘Grande Fratello Vip’, ha parlato a cuore aperto di un episodio spiacevole capitatogli la scorsa estate; «un fatto che non solo mi ha arrecato del fastidio, ma mi ha anche preoccupato», ha sottolineato il 67enne.

leggi anche l’articolo —> Alessandro Gassmann malattia: «Se ho deciso di parlarne è perché spero serva a qualcuno!»

Michele cucuzza

Michele Cucuzza malattia: «Avevo gli occhi color brace, non riconoscevo più il mio corpo»

«Mi trovavo al mare, a Gaeta, ospite di alcuni amici. Dopo un’intera giornata trascorsa in spiaggia, mi è comparso quello che pensavo essere uno dei soliti arrossamenti oculari. ‘Avrò preso troppo sole’, mi sono detto senza eccessive ansie, ‘più tardi metterò il collirio e domani sarà tutto passato’», ha esordito Michele Cucuzza. «Questa volta, però, la questione era diversa. La mattina seguente alla mia giornata al mare avevo gli occhi color brace, tanto che tutte le persone che m’incontravano rimanevano impressionate e mi chiedevano preoccupate che cosa mi fosse accaduto. ‘Niente di grave, è la solita congiuntivite’, rispondevo. Eppure, dentro di me sentivo che era qualcosa di differente. (…) Avevo la sensazione di non riconoscere più il mio corpo», ha proseguito il conduttore parlando della congiuntivite con cui ha dovuto fare i conti. «Non provavo dolore, non avevo lacrimazione, ma questo arrossamento anomalo comportava inconvenienti fastidiosi. Innanzitutto non potevo indossare le lenti a contatto, ma solo gli occhiali da vista, che rappresentano un piccolo intralcio nel caso si voglia fare sport o, magari, un tuffo in mare», ha rimarcato il volto noto.

Michele cucuzza

«Ogni volta che rivedo quella fotografia, il mio pensiero va a quei giorni e a quanto mi ero spaventato…»

Per fortuna Michele Cucuzza è riuscito a risolvere il suo problema di salute: «Quando finalmente sono riuscito a rintracciare il mio oculista di ritorno dalle ferie, lui mi ha convocato subito nel suo studio, mi ha visitato accuratamente, ha guardato bene il fondo dell’occhio e non ha trovato particolari patologie. Avevo una congiuntivite estremamente pervicace e mi ha prescritto un collirio contenente il principio attivo idrocortisone sodio fosfato. Ho iniziato a prenderlo quotidianamente e, dopo circa una ventina di giorni, l’occhio ha cominciato ad essere meno rosso e poi, finalmente, a sbiancare», ha raccontato l’ex gieffino. Poi ha aggiunto: «Credo che, complessivamente, questo disturbo sia durato un paio di mesi, da quando si è manifestato fino a quando è sparito del tutto. Ricordo che, ancora convalescente, ho dovuto posare per la foto da utilizzare sulla copertina del mio nuovo libro, ‘Fuori dalle bolle!’. Beh, a ben guardarla, si vede che i miei occhi sono ancora leggermente arrossati. E devo dire che, ogni volta che rivedo quella fotografia, il mio pensiero va a quei giorni e a quanto mi ero spaventato…», ha concluso il giornalista. Leggi anche l’articolo —> Rocco Papaleo malattia: «Mi ha permesso di sviluppare uno sguardo diverso!»

 

 

Elena D'Amario Instagram

Elena D’Amario incantevole mentre passeggia sul lungomare di Termoli: «Una statua greca!»

Valentina bellè

Valentina Bellè addio alla lunga chioma, il nuovo look sorprende: «Jeff Buckley al femminile»