in

Migranti Lampedusa, Giorgia Meloni boccia ultima “trovata” della Lamorgese: «Tutto a spese degli Italiani»

La ministra Luciana Lamorgese ha deciso di inviare altre tre navi quarantena per dare un aiuto alle due già presenti a Lampedusa per tentare di alleggerire il problema dell’immigrazione. La prima sbarcherà sull’isola entro stanotte, lunedì 31 agosto 2020; le altre due invece mercoledì. Un modo per tamponare l’hotspot al collasso, secondo quanto riportato da ‘Libero Quotidiano’, che rilancia le parole della leader di Fratelli di Italia Giorgia Meloni.

leggi anche l’articolo —> Salvini rilancia slogan dei Ringo, scoppia putiferio sui social: Barilla nega autorizzazione

migranti lampedusa

Migranti Lampedusa, Meloni boccia ultima “trovata” della Lamorgese: «Tutto a spese degli Italiani»

Emergenza migranti, tema caldo di queste ore. I residenti di Lampedusa chiedono sciopero a gran voce esasperati da un viavai infinito di clandestini. Dopo la comparsa di striscioni con le scritte ‘Lampedusa hotspot chiuso’ e ‘Governo criminale’, 307 i migranti hanno lasciato l’hotspot, dove ci sono però al momento ancora 1.219 persone. Basteranno tre navi quarantena? La leader di Fratelli di Italia Giorgia Meloni ha attaccato duramente il ministro degli Interni Luciana Lamorgese, che solo pochi giorni fa assicurava agli Italiani: «Il numero dei migranti non è un’emergenza».

migranti lampedusa

«Prima spalancano i porti, poi voltano le spalle alla Sicilia e ora cercano anche di mistificare la realtà»

«Ma su quale pianeta vive?», ha tuonato Giorgia Meloni nel giorno degli sbarchi da record a Lampedusa. La politica romana furiosa per l’arrivo di altri 450 tunisini, su Twitter, ha fatto sentire forte il suo disappunto: «Prima spalancano i porti, poi voltano le spalle alla Sicilia e ora cercano anche di mistificare la realtà con le loro menzogne. Dobbiamo fermarli». Dichiarazioni feroci quanto ambigue: fermare gli sbarchi? O fermare proprio il governo? La decisione di Luciana Lamorgese di mandare altre tre navi quarantena per la Meloni non risolve assolutamente la delicata questione. Nè, a detta della leader di Fratelli di Italia, la ‘trovata’ alleggerisce quello che è diventato un problema sanitario, ma anche sociale. «Anziché bloccare l’immigrazione clandestina il governo continua a varare navi quarantena per migranti a spese degli italiani. Quante altre navi dovranno affittare prima di capire quanto sia folle affrontare così la gestione dei flussi immigratori? Basta sbarchi… Basta morti in mare», ha affermato la Meloni.

Migranti lampedusa

Migranti Lampedusa, Martello: «Lo sciopero è stato rinviato in attesa delle risposte che arriveranno da Roma»

Intanto mercoledì è previsto un vertice tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il governatore della Sicilia Nello Musumeci e il sindaco di Lampedusa Totò Martello. «Lo sciopero è stato rinviato in attesa delle risposte che arriveranno da Roma», ha sottolineato Martello, che ha aggiunto: «Ci sono alcune cose che deve fare la Regione Sicilia nei confronti del popolo di Lampedusa e altre che devono essere fatte da Roma. Appena ci saranno i provvedimenti fatti, Conte verrà anche a Lampedusa. Che il governo ci convochi, vista l’emergenza che c’è a Lampedusa, è un fatto concreto». Leggi anche l’articolo —> Migranti, ordinanza Musumeci: “Roma impreparata, a Viminale data massima disponibilità”

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Nasce S.O.S. Salento: “Contro il racket e la solitudine di chi è vessato dalle mafie”

terremoto emilia romagna oggi

Terremoto Emilia Romagna oggi, scossa all’alba, magnitudo 2.4: epicentro a Mirandola