in

Con il nuovo Dpcm l’autocertificazione sarà ancora necessaria? Quello che c’è da sapere

Dopo l’approvazione dell’ultimo Dpcm, l’Italia si chiede se sarà di nuovo necessario un modulo di Autocertificazione per il mese di novembre. La Nazione è di nuovo soggetta a restrizioni alla mobilità tra regioni. Conte ha firmato il Dpcm dopo un lungo confronto con il Comitato Tecnico Scientifico e conferenza delle regioni. Come già si poteva intendere dalla bozza precedentemente rilasciata, sono in vigore nuovamente delle restrizioni per evitare ulteriori contagi. Tornano dunque le misure restrittive per gli spostamenti. Ma la domanda quindi sorge spontanea: si reintrodurranno le già conosciute autocertificazioni per il mese di novembre?

>> Regioni a rischio chiusura per Covid quali sono? Le restrizioni in arrivo col nuovo Dpcm

autocertificazione

Divieto di spostamenti

Le nuove direttive riguardanti, il divieto di spostamenti, emanate dal Governo saranno in vigore da giovedì 5 novembre a giovedì 3 dicembre. E’ vietato dunque ogni spostamento o transito nelle regioni a zona rossa o zona arancione (cioè quei territori che sono ad alto rischio Covid). Unica eccezione sarà fatta per quelle persone che avranno motivazioni di salute o lavorative che giustificheranno lo spostamento. Nelle zone, dichiarate rosse, il divieto è ancora più marcato. Infatti sono severamente vietati gli spostamenti con mezzi di trasporto pubblici o privati sia per raggiungere una provincia o un comune, diversi da quelli di residenza, domicilio o abitazione.

autocertificazione

 

Autocertificazione di novembre si o no?

Dato che gli spostamenti sono vietati in alcune regioni e sconsigliati in altre, comunque nei limiti delle 22, deve però essere ancora previsto con quale misura ogni uscita dovrà essere giustificata. Nello specifico non è ancora chiaro se ne sarà fatto un modulo di autocertificazione apposta per il mese di novembre. Visto che, da alcuni giorni, Campania, in Lazio e anche in Lombardia lo stanno già utilizzando. Il modulo in questione, è già molto familiare alla tutt’Italia. Ma, ci si chiede dunque se sarà necessario. E se si, dove? Gia dal 22 ottobre sul portale del ministero dell’Interno è presente il modulo di autodichiarazione che dovrà essere mostrato alla Polizia di Stato in caso di controlli. Questo modulo è atto a giustificare gli spostamenti tra le regioni che lo hanno adottato cioè Campania, Lazio e Lombardia. Ma ad oggi non ci sono ancora direttive per il resto delle regioni.

Infatti la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, durante un intervista all’emittente radiofonica RaiRadio3 avrebbe dichiarato che per ora, non ci sarebbero indicazioni per le autocertificazioni e, secondo lei, le intenzioni del Premier non sono quelle di andare verso questa direzione. Alla radio ha affermato: «Se uno deve spostarsi in una zona rossa però dovrà comunque dimostrare il motivo».

Per approfondire:

Nuovo Dpcm, le restrizioni

L’ultimo bollettino sulla pandemia in Italia

Le regioni a rischio chiusura per Covid

Modica, Covid: malata “non grave” muore in attesa del ricovero in sub intensiva

Trofarello vigile salva ragazzo

Torino, tragedia sventata in stazione: vigile salva ragazzo che tenta il suicidio