in

Napoli, rapina finita male in una pescheria: il titolare reagisce e resta ucciso

Napoli, rapina a mano armata. Antonio Morione, titolare di una pescheria, è stato ucciso durante un furto a mano armata a Boscoreale. Secondo quanto riferito da «TgCom24», l’uomo, 41 anni, ha reagito e ha inseguito i rapinatori. Nella fuga uno dei banditi ha aperto il fuoco: un colpo ha raggiunto Morione, che è deceduto in ospedale poco dopo. Sul fatto indagano i carabinieri.

leggi anche l’articolo —> Agrigento, incendio in una casa: morta tra le fiamme una bambina di due anni

Napoli rapina

Napoli, rapina finita male in una pescheria: il titolare reagisce e resta ucciso

Rapina a Napoli finita in tragedia. La vittima il titolare di una pescheria situata a Boscoreale. Antonio Morione è stato colpito al volto da un solo proiettile dei quattro sparati dai banditi. I carabinieri della Compagnia e del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata hanno trovato quattro bossoli calibro 9×21 in via della Rocca, a pochi passi dall’attività lavorativa. Il titolare della pescheria dopo la rapina si è messo sulle tracce dei delinquenti in fuga. Per assicurarsi la fuga, uno dei banditi ha sparato alcuni colpi d’arma da fuoco. Uno di questi, come dicevamo, ha raggiunto Antonio Morione, che è morto poco dopo il trasporto in ospedale. Qualche ora prima della morte di Morione, era stata messa a punto una rapina un’altra pescheria di Boscoreale. Ora toccherà alle forze dell’ordine accertare se i due eventi siano legati, se il colpo sia stato messo a segno dalla stessa banda. Leggi anche l’articolo —> Morte di David Rossi, Zanettin: “Non abbiamo nessuna verità in tasca”

Napoli rapina mano armata

Seguici sul nostro canale Telegram

nuovo dpcm

Nuovo decreto, stretta di Natale: tutte le misure proposte dalla cabina di regia. Cdm alle 17

Bonus di benvenuto e altri benefit dei casinò online